menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

"Sulle tariffe della Ztl decide la Giunta": i tecnici "gelano" il Consiglio

I dirigenti dell'ufficio Mobilità hanno presentato una relazione alla conferenza dei capigruppo chiarendo che le decisioni in merito alle tariffe di accesso alle zone a traffico limitato spettano alla Giunta e non all'assemblea di Sala delle Lapidi

Le zone a traffico limitato restano al centro del dibattito. Sull'istituzione delle ztl - che dovrebbero entrare in vigore alla fine del mese - si consuma uno scontro su più fronti. Da un lato c'è l'amministrazione che mira alla riduzione dei livelli di inquinamento e a un non indifferente introito derivante dalla vendita dei pass e dall'altro c'è chi invece parla di provvedimento illegittimo con tanto di ricorso al Tar. C'è però uno scontro nello scontro tra Consiglio comunale e Giunta. A chi spetta il diritto di stabilire tariffe e limiti? Sala delle Lapidi rivendica maggiore voce in capitolo, ma la Giunta sembra "sorda" alle richieste.

Per fugare ogni dubbio sono stati tirati in ballo i dirigenti dell'ufficio comunale alla Mobilità, che hanno presentato una relazione alla conferenza dei capigruppo. Per i tecnici il Consiglio non ha competenza vincolante rispetto alle decisioni della Giunta.

Nella relazione, che riguarda i provvedimenti adottati in materia di circolazione del traffico Ztl dal Comune, il capo area del servizio Partecipazione, Sergio Maneri e i dirigenti degli uffici Mobilità e Piano tecnico del Traffico Antonino Rizzotto e Roberto Biondo, richiamano alcune sentenze dei giudici amministrativi in materia di Ztl e chiariscono quali sono i presupposti giuridici sui quali si reggono i provvedimenti adottati dagli uffici e dalla giunta. "Il compito di istituire e individuare le Ztl è espressamente attribuito alla Giunta", si legge in una sentenza del Tar citata nella relazione. Così come "la competenza sulla determinazione del quantum economico (pagamento di una somma) per l'ingresso o la circolazione dei veicoli a motore". "Le tariffe sono considerate dai giudici amministrativi - si legge ancora - un disincentivo all'accesso in alcune aree e proprio per questo 'non hanno natura tributaria'". Nella relazione, infine, viene ricordato che il Consiglio comunale ha comunque avuto modo di esprimersi in via generale sulle tariffe da applicare sulle ztl, a dicembre scorso, quando ha dato il via libera al contratto di servizio dell'Amat, con "l'affidamento dei nuovi servizi a società in house". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento