Zappulla (segretario regionale Articolo uno Sicilia): "Musumeci sceriffo improvvisato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

«Nello Musumeci la smetta di giocare a fare lo sceriffo e si occupi invece meglio di quanto non sta facendo: in primis della salute e sicurezza dei cittadini». Parole del segretario regionale di Articolo Uno Pippo Zappulla, che accusa il presidente della Regione Siciliana di «voglia di autoritarismo». «Anche se Musumeci è considerato un moderato – continua Zappulla - è tutto inutile: il richiamo della foresta della peggiore destra italiana ed europea riemerge sempre, ossessionata dal volere limitare libertà democratiche con inaccettabili stati di polizia. Approfittare di una situazione di straordinaria emergenza, per nascondere le difficoltà politiche e tecniche a gestire la situazione sanitaria in Sicilia, è un sintomo inquietante dei veri principi ispiratori del suo pensare». Dal presidente della Regione Siciliana – conclude Zappulla - ci si aspetta che lavori in piena sintonia e sinergia con il governo nazionale, con le altre regioni, con i sindaci, in un costante e quotidiano rapporto di collaborazione e di confronto con tutte le forze politiche e sociali. Questa si chiama democrazia. E Musumeci si rassegni: si applica anche in questa fase. I cittadini, anche da casa, non consentiranno rigurgiti autoritari e fascisti».

Torna su
PalermoToday è in caricamento