XX congresso nazionale di Urologia, Oddo: “I siciliani non educati alla prevenzione”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La Sicilia vanta numerosi centri che assicurano alti livelli di assistenza sanitaria assolutamente all’altezza degli standard nazionali sui quali spesso non si ripone fiducia”. Così l’onorevole del Psi Nino Oddo - primo firmatario della legge che ha introdotto le banche di ricerca in Sicilia - durante il suo intervento al XX° congresso nazionale di Urologia, organizzato dalla società italiana di Ecografia, Andrologia e Nefrologia a Sciacca, nella sede dell’ex convento di San Francesco.

“È necessario però – ha detto il presidente della commissione di indagine conoscitiva sulla sanità pubblica e convenzionata all’Ars – apportare una profonda modificazione culturale nelle abitudini sanitarie dei siciliani che utilizzano poco gli strumenti diagnostici oggi a disposizione per un’efficace azione di prevenzione rispetto a tante patologie. I siciliani – continua Oddo – sono poco educati alla prevenzione e spesso non si rendono conto quanto sia fondamentale sottoporsi ogni tanto ad esami di controllo. Il congresso – conclude l’onorevole del Psi –  è un’importante occasione per mostrare i numerosi progressi fatti nell’assistenza che viene offerta da alcune strutture sanitarie dell’isola”. 
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento