Alesi: "In via Montepellegrino cittadini umiliati dai rifiuti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"La via Montepellegrino e tutto il circondario non possono più essere considerate alla stregua di semplici luoghi dove la pulizia lascia a desiderare". Lo afferma Maurizio Alesi, consigliere dell’ottava circoscrizione. “Quella strada è regolarmente ricettacolo di emergenze igienico-ambientali, dove la sporcizia e le discariche abusive fanno parte del paesaggio. Centinaia di famiglie e di esercizi commerciali, molto presenti nella zona - continua Alesi - vengono mortificati da un contesto di degrado infinito che richiederebbe, da parte della Rap, un’azione regolare di svuotamento e di lavaggio dei cassonetti e della strada, mentre alla polizia municipale è richiesta maggiore vigilanza volta a colpire l’inciviltà di chi abbandona mobili ed elettrodomestici dappertutto e deposita sacchetti fuori dagli spazi consentiti".

"Occorre – conclude Alesi - che la Rap prenda atto della presenza del mercato ortofrutticolo, fonte di produzione di una mole straordinaria di rifiuti vegetali, spesso ritrovati per terra. In via Montepellegrino bisogna predisporre, fin da subito, una programmazione di interventi regolari e costanti, non più episodici e saltuari".

Torna su
PalermoToday è in caricamento