Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Regionali, fumata nera tra Pd e Idv, nel centrodestra Miccichè in pole

I segretari regionali Giambrone e Lupo si sono si sono incontrati questa mattina per cercare un'intesa sul sostegno alla candidatura di Rosario Crocetta. Il leader di Grande Sud incassa l'ok di Berlusconi

Si fa più complicata un'intesa tra Partito democratico e Italia dei valori, per sostenere insieme la candidatura di Rosario Crocetta nella corsa alla Presidenza della Regione, dopo l'incontro tra i segretari regionali dei due partiti. Fabio Giambrone, leader regionale del partito di Di Pietro e Giuseppe Lupo, segretario Pd, si sono incontrati questa mattina in un albergo palermitano, dopo la decisione dell'Udc di appoggiare il candidato Pd, Rosario Crocetta. Secondo quanto apprende, i due leader politici non avrebbero raggiunto alcuna decisione in vista delle elezioni regionali. Sembra, al momento, non fattibile l'alleanza Pd-Idv, soprattutto dopo l'ingresso del partito di Casini. Giambrone ha parlato di una "esigenza del partito di rilanciare un'alleanza tra le forze riformiste" e di una "esigenza di discontinuità nella individuazione del candidato presidente". Insomma dice un netto "no ad alleanze innaturali" chiedendo un "programma e una coalizione chiara".

UDC E CROCETTA. Ieri, il segretario regionale Udc, Giampiero D'Alia, ha lasciato intendere che ci sono ampi margini per sostenere la candidatura dell'ex sindaco di Gela: "Abbiamo incontrato Rosario Crocetta - ha detto D'Alia attraverso una nota - che ci ha illustrato le sue opinioni sul futuro della Sicilia. Ha letto e apprezzato il programma del mio partito che ha come obiettivi principali il risanamento economico e finanziario della Regione, la realizzazione di un patto per la crescita e l'occupazione che parta dal documento stilato dalle parti sociali siciliane lo scorso 1 marzo, e la lotta a ogni forma di illegalità". Il segretario regionale dell'Udc, nei prossimi giorni proporrà agli organi del suo partito di sostenere la candidatura di Crocetta a presidente della Regione siciliana.

IL PD HA SCELTO. In serata, è arrivato il comunicato del segretario regionale del Pd Lupo, che dopo un incontro con Crocetta ha annunciato che proporrà al suo partito di sostenere formalmente la candidatura dell'ex sindaco di Gela per la Presidenza della Regione. Domani mattina è prevista una conferenza stampa congiunta: forse l'annuncio.

CENTRODESTRA. A questo punto, mentre il percorso del centrosinistra per presentarsi unito si complica, nel centrodestra sembra quasi certa la discesa in campo di Gianfranco Miccichè, che ieri avrebbe ottenuto il placet da Berlusconi. L'ex presidente del Consiglio avrebbe infatti incontrato alcuni esponenti siciliani del Pdl che puntavano su altri nomi (il Rettore dll'ateneo di Palermo, Roberto Lagalla, in primis), e li avrebbe convinti a convergere sull'ex forzista, protagonista nel 2001 dell'ormai celebre 61 a 0. L'ufficialità potrebbe arrivare a breve. Intanto, il segretario Angelino Alfano lavora per convincere i dirigenti più scettici, soprattutto quelli dell'area catanese che fa riferimento al coordinatore Giuseppe Castiglione e al senatore Pino Firrarello. Oggi in via dell'umiltà è previsto anche un incontro con il leader del Pid, Saverio Romano: un eventuale sì a Miccichè, potrebbe far "cadere" la candidatura di Innocenzo Leontini (capogruppo del Pdl all'Ars), annunciata qualche giorno fa e  sostenuto dal partito di Romano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, fumata nera tra Pd e Idv, nel centrodestra Miccichè in pole

PalermoToday è in caricamento