Politica

Vaccini anti-Covid, disabili e familiari che li assistono fuori dalla tabella di marcia: "Grave"

A lanciare l'allarme è il deputato della Lega all'Ars Vincenzo Figuccia, che annuncia una mozione "per chiedere di riconoscere in via prioritaria, il diritto per questi soggetti vulnerabili alla vaccinazione"

Disabili e familiari che li assistono esclusi dalla tabella di marcia della somministrazione dei vaccini anti Covid-19. A lanciare l'allarme è il deputato della Lega all'Ars e coordinatore provinciale del partito Vincenzo Figuccia.

"Di fatto, nel piano nazionale delle vaccinazioni - spiega il deputato - non ci sono. Nell’elenco delle categorie prioritarie per la somministrazione rintracciamo, com'è noto, il personale sanitario, i residenti e il personale delle Rsa e le persone in età avanzata. Nessun riferimento ai disabili sebbene il 2 dicembre, proprio in occasione della presentazione del piano delle vaccinazioni, la Camera avesse approvato una risoluzione che impegnava il governo 'ad assicurare in via prioritaria la protezione vaccinale' alle 'persone che versano in condizioni di fragilità'. Ciononostante, nessuna corsia preferenziale è stata allestita per loro, continuando a relegarli ai margini della vita sociale e con un'alta esposizione al rischio".

Figuccia annuncia una mozione che impegni il governo regionale a chiedere al ministero di riconoscere in via prioritaria e non residuale, il diritto per questi soggetti vulnerabili alla vaccinazione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anti-Covid, disabili e familiari che li assistono fuori dalla tabella di marcia: "Grave"

PalermoToday è in caricamento