Il turismo ha gli occhi "a mandorla", Orlando pianifica accordi con i cinesi

Il Cpaffc, associazione cinese per le relazioni con gli enti stranieri, intende sviluppare gemellaggi e promuovere patti d'amicizia con le municipalità europee. Il sindaco incontra una delegazione: "Al lavoro per rafforzare i rapporti turistici, economici e artistici tra Palermo e la Cina"

Il sindaco di Leoluca Orlando ha ricevuto questa mattina a villa Niscemi una delegazione di tre funzionari del Cpaffc, l'associazione cinese per le relazioni con gli enti stranieri, che opera in stretto rapporto con il ministero degli Esteri cinese.

La delegazione, composta da Song Jingwu, vice presidente Cpaffc, Yang Yingzi, vice direttore del dipartimento Europa, e Wang Zeyu dello staff, è in visita ufficiale in Sicilia per incontrare le rappresentanze di alcuni Comuni della Regione. L'obiettivo è quello di sviluppare gemellaggi e promuovere patti d'amicizia tra città cinesi e municipalità europee, con evidenti ricadute positive sui rispettivi sistemi economici territoriali.  

"L'associazione cinese per le relazioni con gli enti stranieri, che ha il compito di promuovere i rapporti con i comuni del mondo - ha dichiarato il sindaco Orlando - è venuta nel capoluogo, a seguito della visita del presidente Xi Jinping, per conoscere la nostra città e per promuovere le relazioni tra la Repubblica popolare cinese e le realtà palermitana e siciliana. Come sindaco di Palermo e presidente Anci Sicilia ho confermato l'attenzione di Palermo e dei Comuni siciliani verso il rafforzamento dei rapporti turistici, economici e artistici tra la Sicilia e la Cina, ringraziando per l'invito rivolto al sindaco e alla città di essere il punto di riferimento per questo sistema di relazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento