Politica

Trasporto pubblico, Asstra scrive alla Regione: “Fondi insufficienti, a rischio corse e personale"

L'associazione, che annovera fra i propri iscritti le principali società pubbliche e private che svolgono servizi extraurbani e comunali, chiede di "ripristinare il finanziamento minimo per il settore"

Ripristinare entro il finanziamento al trasporto pubblico locale su gomma nella misura minima necessaria alla sopravvivenza del settore, alla fornitura dei servizi di mobilità ai cittadini siciliani ed al mantenimento dei livelli occupazionali. E’ quanto chiedono al governo regionale le aziende aderenti ad Asstra, che annovera fra i propri iscritti le principali società pubbliche e private che svolgono servizi extraurbani e comunali.

I tagli fin qui sopportati dal settore non possono essere replicati né tantomeno incrementati. Oltre ai servizi, a rischio anche il rinnovo del parco mezzi cofinanziato da Regione e aziende. Con una lettera inviata al presidente della Regione, agli assessori a Infrastrutture e Trasporti ed Economia e Finanze ed ai vertici burocratici, l’Asstra Sicilia ricorda che il finanziamento minimo per il settore è di 158 mila e 800 euro per ciascuno anno fino al 2020 e richiama l’incontro avuto con l’assessore alle Infrastrutture esattamente due mesi fa nel quale furono affrontate le problematiche del settore. La mancata soluzione di quanto dovuto al settore comporterebbe l’avvio, da parte delle aziende, del taglio dei mezzi, delle corse e l’avvio delle procedure di riduzione de personale oltre a generare un contenzioso e il rischio di danno erariale tanto per il mancato rispetto dei contratti quanto proprio per il rinnovo del parco mezzi.

"Auspichiamo sinceramente - scrive nella lettera Claudio Iozzi, presidente di Asstra Sicilia - che questo governo non decreti la fine del trasporto pubblico locale su gomma, anche perché nessuna seria programmazione per il futuro potrà essere intrapresa senza il ripristino delle somme minimali al settore che peraltro riteniamo meriti il giusto rispetto per la centralità da sempre ricoperta nell’ambito dell’economia regionale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, Asstra scrive alla Regione: “Fondi insufficienti, a rischio corse e personale"

PalermoToday è in caricamento