Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

L'Amat in commissione Bilancio chiede i fondi per salvare il tram, apertura dalla Regione

Il trasporto su rotaia attualmente costa 12 milioni di euro l'anno. Troppo per la partecipata. I vertici della società vorrebbero il contributo chilometrico anche per il ferrato. Caronia all'attacco: "Tram responsabile della crisi dell'Amat". Tamajo: "Le linee vanno potenziate"

L'Amat batte cassa alla Regione per salvare il tram. I vertici della società, nel corso dell'audizione che si è svolta questa mattina in commmissione Bilancio all'Ars - alla presenza anche dell'assessore all’Economia, Gaetano Armao -  hanno chiesto alla Regione il contributo chilometrico anche per il ferrato, oltre che per il gommato. L'assessore Armao apre le porte all'Amat, ma il problema resta quello di reperire i fondi che servono con il tram. Due le opzioni: una norma in variazione di bilancio o uno stanziamento una tantum.

Il trasporto su rotaia attualmente costa 12 milioni di euro l'anno alla partecipata. Costi totalmente a carico dell'azienda poichè il servizio, al momento, è fuori dal contratto di servizio col Comune. L'Amat ha deciso di recepire la direttiva di Orlando sui disallineamenti, che prevede di stralciare 48 milioni dal bilancio. Ed oggi, con i conti in rosso (nel secondo trimeste 2018 si è registrata una perdita di 1,8 milioni), il contributo per il tram diventa vitale. 

Da via Libertà a Mondello, ecco le 7 nuove linee del tram

"Mentre Orlando continua a portare avanti una politica dei trasporti confusa e senza alcun coordinamento con il piano regionale, puntando tutto sul tram che ha determinato la crisi dell'azienda e rischia di sconvolgere il centro cittadino, è necessario che l'Amat - commenta Marianna Caronia, presidente del gruppo parlamentare misto dell'Assemblea - agisca in termini imprenditoriali e non assecondi l'inconcludenza del sindaco". Secondo la Caronia l'azienda e i suoi dipendenti rappresentano una risorsa per la città, ma è necessario che siano presentati progetti seri e credibili. "Se ciò avverrà, sono certa - conclude la Caronia - che saremo in tanti ad impegnarci perché la Regione faccia la propri parte".

La pensa diversamente Edy Tamajo, deputato regionale di Sicilia Futura: “Le linee del tram di Palermo vanno potenziate e la Regione deve assicurare il sostegno all’Amat ed alla città. Negli ultimi anni sono stati fatti investimenti importanti utilizzando oltre 300 milioni di fondi comunitari. Non si può rischiare ora un ritorno al passato rispetto alla mobilità sostenibile. Su questo tema serve unione di intenti, non trascurando il fatto che la prima a battere cassa sarebbe l’Unione Europea che vorrebbe indietro i fondi assegnati qualora si registrasse un cambio di rotta rispetto alla scelta di realizzare le linee ferrate del tram”.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Amat in commissione Bilancio chiede i fondi per salvare il tram, apertura dalla Regione

PalermoToday è in caricamento