Tratta dei migranti, Santoro: "Pd e Stelle chiedano scusa a Salvini"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Finalmente, il tempo è stato galantuomo! Dopo essere emerso che alcuni migranti soccorsi dalla Sea Watch 3, capitanata da Carola Rackete, altri non erano che i torturatori dei campi libici, reati per i quali sono stati condannati a vent'anni di carcere, oggi finalmente sono stati arrestati i componenti della banda di trafficanti di esseri umani su richiesta della Procura di Palermo, che avevano organizzato anche la traversata dei 190 migranti clandestini poi soccorsi e caricati a bordo della nave Diciotti della Guardia costiera il 16 agosto del 2018". Lo dichiara Stefano Santoro, avvocato penalista e responsabile del dipartimento Giustizia della Lega in Sicilia.

"Gli inquirenti palermitani - dice Santoro - sono riusciti a sgominare l’organizzazione criminale che almeno dal 2017 organizza il trasferimento dei clandestini sia in Libia e sia in Sicilia dove persino pianificava secondo autorevoli fonti giornalistiche le fughe dai centri di accoglienza e i nascondigli in luoghi di fortuna, rifornendo vitto, alloggio e documenti falsi. Ora è tempo che chiedano scusa a Matteo Salvini i parlamentari del Pd , Boschi, Fiano, Bossio, Miceli, Giuffrida, quelli di Leu Boldrini e Fassina e di Italia viva Faraone, i quali salirono provocatoriamente, con il finto buonismo che li contraddistingue, sulla Diciotti, attaccando l’allora ministro dell’Interno che aveva vietato lo sbarco dei clandestini. Divieto che paradossalmente costò l’iscrizione di Salvini sul registro degli indagati da parte di quella Procura della Repubbblica di Agrigento tanto cara e osannata dalle sinistre per i fantomatici reati di sequestro di persona, arresto illegale e abuso d'ufficio e la richiesta di autorizzazione a procedere che quella volta non ebbe il via libera dal Parlamento. Ecco la prova che Salvini operava soltanto a tutela degli italiani bloccando lo sbarco in Sicilia di migliaia di clandestini organizzata da criminali senza scrupoli che trovano sostegno nelle Ong e nei finti buonisti oggi al governo".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento