Frana sulla provinciale tra Caltavaturo e Sclafani Bagni: lavori più vicini

L'assessore regionale Territorio e Ambiente Toto Cordaro ha firmato il decreto per procedere alle operazioni per avviare la gara

Toto Cordaro

Dopo cinque anni dalla frana che causò la chiusura al transito del tratto Caltavuturo-Scillato della sp24 oggi l'assessore regionale Territorio e Ambiente Toto Cordaro, ha firmato il decreto relativo al provvedimento autorizzatorio unico regionale (Paur). Il via dell’Assessorato, consente al Dipartimento Regionale della Protezione Civile di procedere alle operazioni di gare per avviare, a breve, i lavori di ricostruzione del tratto di strada della sp24 che collega i comuni di Caltavaturo e Sclafani Bagni.

L’atto autorizzatorio rappresenta una risposta che pone fine all’attesa delle amministrazioni locali e dei cittadini dei due comuni madoniti e arriva in tempi brevi e con largo anticipo rispetto ai termini di legge previsti per l’adozione di provvedimenti complessi come questi, che prevedono la Valutazione d’Impatto Ambientale e tutti i titoli abilitativi per la realizzazione dell’opera, finalizzati ad assicurare la difesa del suolo, la mitigazione del rischio idrogeologico e la tutela degli aspetti ambientali.

“La conclusione positiva - afferma l'assessore Cordaro -  di questa vicenda, che si trascinava dal lontano 2015, è la prova concreta dell’attenzione del Governo Musumeci nei confronti di questa importante opera infrastrutturale e del territorio in cui essa ricade”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento