rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

Avviso 22, dopo due anni tirocinanti ancora in attesa di essere pagati: "Procura apra un'inchiesta"

Ad avanzare la richiesta, per fare chiarezza e accertare le responsabilità, è il portavoce Oreste Lauria

A distanza di 2 anni, alcuni tirocinanti dell'avviso 22 della Regione attendono ancora di essere pagati dall'assessorato al lavoro. Ad accendere ancora una volta i riflettori sulla vicenda è il portavoce Oreste Lauria che chiede alla procura di aprire un'inchiesta per accertare le responsabilità.

"Dopo il servizio sui mancati pagamenti andato in onda l'8 gennaio a Striscia la notizia, l'assessore Antonio Scavone - dichiara Lauria - ha rilasciato delle dichiarazioni addossando le colpe agli enti promotori e aziende, dicendo che molti di questi non hanno ancora prodotto e consegnato la documentazione prevista e richiesta dall'assessorato al lavoro. Dopo queste parole i tirocinanti temono di non essere più pagati".

Da qui la decisione di ricorrere alla giustizia. "E' inaccettabile che tutto ciò accada sulle spalle dei disoccupati. I controlli - conclude il portavoce dei tirocinanti - andavano fatti prima, per tempo, e durante. E' necessario fare chiarezza". Il Mp Libertà si schiera al fianco di Lauria: "Hanno lavorato con soldi stanziati dall’Unione europea e non hanno percepito nulla. Pronti a una class action europea".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avviso 22, dopo due anni tirocinanti ancora in attesa di essere pagati: "Procura apra un'inchiesta"

PalermoToday è in caricamento