Politica

Terrasini, la maggioranza perde un consigliere: Giliberti si dichiara indipendente

Il consigliere lascia il gruppo "Terrasinus" di cui fa parte, da oltre un anno, insieme a Ventimiglia e Brunetti. Giliberti: "Slegato da qualsiasi vincolo, accoglierò tutte quelle proposte o azioni che reputerò utili ed importanti per il nostro paese"

Novità importanti nell'assetto del consiglio comunale di Terrasini all'indomani della festa dei lavoratori. Il consigliere Dario Giliberti, eletto nel 2011 nella lista "I Popolari d’Italia Domani" e poi passato un anno e quattro mesi fa nel gruppo consiliare di maggioranza "Terrasinus", ha deciso di uscire per dichiararsi indipendente.

Così spiega i motivi della sua scelta: “Una decisione maturata nel tempo, sofferta ma consapevole, condivisa con il gruppo di giovani che mi sostengono. Non voglio entrare nel merito delle singole scelte amministrative, delle azioni portate avanti o di quelle non portate avanti. Sicuramente non mi appartiene il modus operandi di un’amministrazione che reputo troppo lontana dal cittadino, a cui, ho comunque voluto dare fiducia e sostegno per oltre un anno. Periodo durante il quale non c’è stata quella prospettata e tanto auspicata inversione di tendenza nell’azione amministrativa, che aveva portato alla nascita di questa maggioranza. L’impegno ammirabile che il sindaco e la sua squadra stanno mettendo in campo oggi non bastano più per far fronte alle difficoltà oggettive in cui versa il nostro paese. Nessuno è in grado di fare miracoli ma sicuramente serve un bagno di umiltà ed un’inversione di rotta che coinvolga tutti i settori della macchina comunale e che riporti la politica e i suoi rappresentanti al centro dell’azione amministrativa. Azione amministrativa che ha bisogno di una presa di responsabilità da parte di chi è stato democraticamente eletto dal popolo come suo rappresentante e solo ad esso deve guardare. Azione amministrativa che non può esimersi da un coinvolgimento reale e totale del consiglio comunale, massimo organo di rappresentanza democratica, spesso relegato ad organo di mera ratifica di decisioni già prese da altri. Problematica di rilevanza vitale per il nostro paese, quali l’emergenza rifiuti, la differenziata, il randagismo, la regolamentazione urbanistica, il decoro urbano, il rilancio del settore turistico-commerciale, i servizi al cittadino, il sociale, le politiche giovanili e etc. hanno bisogno di risposte coraggiose e concrete che fino ad oggi sono mancate o non sono state soddisfacenti e le colpe non possono essere attribuibili solo agli altri o al difficile momento storico”.

Il gruppo Terrasinus perde dunque uno dei tre membri di cui si compone. Gli altri due consiglieri, Norino Ventimiglia e Salvo Brunetti, per il momento non si sono ancora espressi. Essendo però Ventimiglia anche assessore all'Urbanistica appare chiaro che la scelta politica di Giliberti potrebbe portare ad una crisi nella maggioranza generando altre novità, a cascata.

Cosa cambierà. “La mia nuova posizione non sarà certo di puro ostracismo, ma slegato da qualsiasi vincolo o criterio di maggioranza o opposizione, accoglierò tutte quelle proposte o azioni che reputerò utili ed importanti per il nostro paese; continuando a spendermi specie in quei settori, sport, associazionismo, sociale, randagismo etc. che da sempre mi hanno visto impegnato, come terrasinese prima ancora che come rappresentante istituzionale e che oggi vivono una situazione di stallo, se non di regressione, a cui non ci si può rassegnare”, conclude Giliberti. Al momento, Dario Giliberti è l'unico consigliere indipendente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrasini, la maggioranza perde un consigliere: Giliberti si dichiara indipendente

PalermoToday è in caricamento