Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

L'appello dell'Assci al Comune: "Esentare dalle tasse imprese vittime di racket e usura"

L'Associazione per lo sviluppo e la salvaguardia del credito alle imprese scrive una lettera al sindaco e al presidente del Consiglio. Spera: "Una legge regionale prevede l'esonero del pagamento di Imu, Tari, Tosap e imposta ulla pubblicità, Palazzo delle Aquile si adegui"

Palazzo delle Aquile

Esentare dalle tasse comunali le imprese e i professionisti vittime di richieste estorsive e di usura, così come prevede la legge regionale 3 del 2012. E' la proposta che l’Assci, Associazione per lo sviluppo e la salvaguardia del credito alle imprese, ha avanzato al Comune in una lettera indirizzata al sindaco Leoluca Orlando e al presidente del Consiglio comunale Totò Orlando.

"La legge regionale - afferma Giuseppe Spera, presidente dell’Assci - prevede l’esenzione da Imu, Tari, Tosap e imposta comunale sulla pubblicità alle aziende danneggiate dal racket e dell’usura. Molti Comuni siciliani hanno già adottato ed elargito i benefici specificati dalla norma. Per questo riteniamo che anche il Comune di Palermo possa adottare provvedimenti analoghi proseguendo lungo la strada del sostegno della cultura della legalità".

"L’Assci - conclude Spera - con l’auspicio che il l’ente attui nel più breve tempo possibile tali misure, dà la propria disponibilità a confronti tecnici con esperti in materia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello dell'Assci al Comune: "Esentare dalle tasse imprese vittime di racket e usura"

PalermoToday è in caricamento