menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tari, approvate le riduzioni per il 2016: sconti dal 4 al 7 per cento

Da Sala della Lapidi arriva il via libera alle nuove tariffe. Acconto entro il 30 aprile. La soddisfazione di Orlando: "Risultato raggiunto grazie a riduzione sprechi e razionalizzazione dei costi"

Il Consiglio comunale ha approvato oggi la proposta che era stata avanzata a marzo dalla Giunta per le tariffe Tari 2016. Per il terzo anno consecutivo si ha una riduzione: per le utenze non domestiche del 4% rispetto al 2015 (9,3% rispetto al 2014); per le utenze domestiche rispetto alla superficie tipo di 120 mq, fra il 5% e il 7,5% rispetto al 2015 (dal 10” al 15% rispetto al 2014). "Già la Tari - sottolineano da Palazzo delle Aquile - rispetto alla Tares del 2013 aveva previsto una riduzione del carico complessivo".

Questo - secondo l'Amministrazione - è stato possibile grazie a due interventi: "La riduzione dei costi del servizio (che nel 2013 era di 128 milioni, nel 2014 è sceso a 122 e nel 2015 è sceso a 118 milioni di euro) grazie ad interventi di razionalizzazione organizzativa, di riduzione dei costi di personale ed agevolazioni fiscali e interventi di lotta all’evasione, attraverso l’accertamento di 700.000 mq tassabili tramite l’incrocio dei dati con il catasto. Quindi in buona sostanza una somma inferiore è stata divisa fra un numero maggiore di metri quadri tassabili".

leoluca_orlando-2Il sindaco Leoluca Orlando nell'esprimere il suo "ringraziamento e apprezzamento per il lavoro svolto dal Consiglio Comunale", ha sottolineato come "la riduzione delle tasse si rende possibile grazie a due assi di intervento: ridurre gli sprechi e razionalizzare i costi da un lato e fare in modo che diventi concreto lo slogan 'pagare tutti per pagare tutti di meno'". Per il Sindaco "La Rap si conferma sempre più distante e diversa dalla triste e fallimentare realtà dell'Amia, di fronte a servizi che di giorno in giorno migliorano anche grazie agli investimenti fatti nel primo anno di vita, si dimostra che non è vero che per avere la città più pulita occorre spendere di più. Anzi è vero esattamente il contrario: si devono ridurre gli sprechi per rendere il servizio più efficiente".

Per Luciano Abbonato, assessore al Bilancio, invece, "sul fronte della lotta all'evasione, vediamo finalmente i frutti di un attento lavoro fatto di collaborazione fra diversi uffici dell'Amministrazione e con altre amministrazioni. Un lavoro certosino per individuare gli evasori e rendere giustizia a chi le tasse le ha sempre pagate". I cittadini potranno pagare la tassa in una o due rate. In due rate mediante un acconto entro il 30 aprile (per il quale sono stati recapitati i bollettini) ed un saldo a ottobre, oppure in unica rata entro giugno.

LE REAZIONI
LEONARDI (PD): "NON E' MERITO DEL COMUNE" - “Il tanto decantato taglio delle tariffe Tari 2016, approvato dal consiglio comunale, non è il frutto di una maggiore efficienza della Rap, ma solo il risultato del taglio dell’Irap, il cui merito non è certo ascrivile al Comune ma al governo nazionale, di alcuni pensionamenti e della lotta all’evasione che per legge deve far diminuire la tariffa. Siamo ancora in attesa di vedere un’azienda più efficiente, una Palermo più pulita, con una percentuale maggiore di raccolta differenziata e le isole ecologiche che i cittadini attendono da anni”. Questo quanto dichiarato dal vice capogruppo del Pd al consiglio comunale di Palermo Sandro Leonardi.

comune palermo: alotta (pd), «ufficio di presidenza incontra commissario latella. al via una proficua collaborazione istituzionale» ALOTTA (PD): "MA IL SERVIZIO RAP E' PESSIMO" - "Ho votato sì alla riduzione della Tari, anche se numericamente insignificante di fronte a un servizio pessimo: la Rap ha subito 270.000 euro di sanzioni da Palermo Ambiente per i disservizi e siamo lontanissimi dagli standard qualitativi previsti nel contratto di servizio tra Rap e comune di Palermo, dal 95% previsto per il porta a porta e dal 90% per la differenziata stradale". Lo dice il consigliere comunale del Pd di Palermo Salvo Alotta.

OCCHIPINTI (COMITATI CIVICI): "INCENTIVARE DIFFERENZIATA" - “Una riduzione della Tari è sempre una buona notizia - dice Filippo Occhipinti, capogruppo di Comitati Civici al consiglio comunale di Palermo - certo, la riduzione poteva essere molto più significativa se fondata su un aumento della raccolta differenziata. Questa è una riduzione dovuta a un sopravvenuto risparmio fiscale, cioè 5 milioni di Irap che la Rap non paga più, e da un’inspiegabile diminuzione di 2 milioni nel costo dello spazzamento. Proprio questa ultima riduzione però contrasta con il servizio reso: dove sono finiti gli spazzini in molte parti di Palerrmo?”.

MILAZZO (GRUPPO MISTO) - "Il mio voto non poteva che essere contrario - dice Giuseppe Milazzo - che senso ha far pagare 2 euro alle banche e 14 agli esercizi commerciali, a danno anche delle famiglie? La giunta doveva inviare una nuova proposta di regolamento per consentirci di aiutare famiglie e commercianti e non fare questa riduzione anche alle banche".

CARACAUSI (IDV) - “Ho detto sì alla delibera che prevede la riduzione delle tariffe della Tari, anche se siamo ancora molto lontani dal rapporto servizi-costi che i cittadini stanno sostenendo ormai da anni. Bene la lotta all’evasione, ma ritengo si possa fare di più ed è per questo che invito il Sindaco a potenziare gli uffici e mettere in atto tutte le iniziative utili al fine di eliminare l'evasione, compresa la collaborazione con le forze dell'ordine. La Rap sta di gran lunga migliorando lentamente i servizi di igiene ambientale, ma siamo ancora molto lontani dalle aspettative e da una città pulita. Mi auguro che nei prossimi anni i costi del servizio si riducano sempre più”. Lo dice il consigliere comunale Idv di Palermo Paolo Caracausi.

FILORAMO - La Tari 2016 costerà un po’ meno ai cittadini palermitani, un risultato non completamente soddisfacente per l’entità della riduzione e per le criticità del servizio rifiuti, ma certamente un inversione di tendenza rispetto al passato. Siamo soddisfatti per l’avvio del secondo step della raccolta differenziata che ci consentirà di migliorare la qualità della vita in città e di risparmiare ai palermitani la sanzione prevista, ci auguriamo che presto si arriverà a completare la raccolta differenziata. Finalmente nel corso del 2016 vedranno la luce le isole ecologiche da sempre cavallo di battaglia del nostro partito. Il Consiglio Comunale ha, inoltre, approvato il nostro ordine del giorno volto alla facilitazione dei rapporti tra cittadino e amministrazione per quanto riguarda la comunicazione di richiesta di agevolazioni ed esenzioni, che non sarà più annuale, ma automatica per gli anni successivi, con l’onere per il cittadino di comunicare eventuale variazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento