Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Tari, via libera a rateizzazione con trattenute sullo stipendio per i dipendenti comunali

E' quanto ottenuto dai segretari di Fp Cgil, Uil Fp e Csa Ral dopo alcuni incontri con l'assessore al Bilancio D'Agostino. "Così - dicono i sindacalisti - niente dimenticanze o sanzioni per i lavoratori e l'ente avrà certezza d'incasso della tassa"

I dipendenti comunali potranno pagare la Tari in dieci rate, con trattenute direttamente sullo stipendio. Già dal mese di giugno in allegato alla busta paga ai dipendenti verranno fornite le istruzioni per usufruire del servizio di rateizzazione della tariffa sui rifiuti. L'adesione comunque è su base volontaria, a discrezione cioè di ogni singolo lavoratore. 

La possibilità di dilazionare la Tari con trattenute direttamente sullo stipendio è stata ottenuta dai segretari provinciali Lillo Sanfratello (Fp Cgil), Salvatore Sampino ed Ilioneo Martinez (Uil Fp) e Nicolò Scaglione (Csa Ral) a conclusione di un ciclo di incontri con l’assessore comunale al Bilancio Roberto D’Agostino.

"Questa iniziativa condivisa con l’amministrazione - dicono i sindacalisti - porta un duplice risultato: la possibilità per il dipendente di poter dilazionare le tasse dovute senza incorrere in dimenticanze e sanzioni, e la certezza di incasso per il Comune che potrà garantire i servizi indispensabili per la città".

Per il capogruppo Pd a Sala delle Lapidi, Dario Chinnici "la rateizzazione è il giusto strumento per andare incontro alle esigenze dei lavoratori, che potranno aderire su base volontaria, e al contempo garantire entrate certe all’amministrazione che eviterà ulteriore contenzioso. La Pubblica amministrazione ha il dovere di contrastare efficacemente l’evasione fiscale, ma anche di mettere i cittadini onesti nelle migliori condizioni per poter pagare le imposte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari, via libera a rateizzazione con trattenute sullo stipendio per i dipendenti comunali

PalermoToday è in caricamento