Politica

Tari, Forello "punge" il sindaco: "Dalla lotta all'evasione risultati fallimentari"

Per il capogruppo del M5S a Sala delle Lapidi, i dati sulla tassa sui rifiuti erano "ampiamente immaginabili da tutti". "Tranne dall'amministrazione Orlando, che aveva annunciato che col recupero dei tributi non pagati si sarebbero risolti gli squilibri di bilancio"

"I risultati sulla lotta all'evasione della Tari sono fallimentari. E' chiaro a tutti, tranne che al sindaco". Così il capogruppo del Movimento Cinque Stelle a Sala delle Lapidi commenta i dati sulla tassa sui rifiuti forniti dall'amministrazione, che certificano un'evasione del 36%.

"I dati sull'evasione della Tari - prosegue Forello - purtroppo erano ampiamente prevedibili. A inizio mandato è cominciato il cosiddetto 'totocartelle Tari' e ci siamo sempre chiesti, prima di tutto, se fossero state regolarmente emesse, se gli elenchi dei contribuenti fossero stati aggiornati e se fra i destinatari, ad esempio, vi fossero anche attività commerciali non più esistenti. Per non parlare del livello di povertà spaventosa dei palermitani e di un atteggiamento di sfiducia e avversione dei cittadini per il servizio carente".

"Certo con ciò non si vuole giustificare l’evasione, piuttosto vogliamo sottolineare che i deludenti risultati della lotta all'evasione erano ampiamente immaginabili da tutti" afferma il consigliere pentastellato, prima di piazzare la stoccata alla Giunta Orlando: "Tutti, a esclusione dell'attuale amministrazione comunale che, la scorsa estate, aveva trionfalmente annunciato che con il recupero dei tributi non pagati si sarebbero risolti gli squilibri di bilancio garantendo un futuro prospero alla nostra città. Niente di tutto ciò è successo. Invece si continua a rinviare il momento in cui il sindaco del paese dei balocchi alzerà bandiera bianca".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari, Forello "punge" il sindaco: "Dalla lotta all'evasione risultati fallimentari"

PalermoToday è in caricamento