rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Politica

Stati generali delle Zone franche montane, il messaggio di La Russa: "Dobbiamo pensare al futuro dei giovani"

L'iniziativa si terrà lunedì a Cesarò: 158 i Comuni coinvolti. I coordinatori del comitato: "Appuntamento nel cuore del Parco dei Nebrodi per rilanciare la battaglia di civiltà e guardare allo sviluppo delle Terre alte della Sicilia"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Lunedì 27 marzo, alle 16, presso l’aula consiliare del Comune di Cesarò (Messina), si terranno gli stati generali delle Zone franche montane. Sono coinvolti 158 Comuni, interessati alla norma di politica economica e perimetrati dalla Delibera di Giunta regionale n. 405 del 21 settembre 2022.

All’evento sono stati invitati i presidenti della Regione e dell’Ars, oltre gli assessori e la deputazione regionale. Hanno ricevuto l’invito a presenziare i deputati e i senatori eletti in Sicilia, le associazioni che aggregano i Comuni e gli amministratori locali, i vertici delle organizzazioni sindacali e datoriali siciliane. Il presidente Schifani ha formalmente delegato a partecipare l’assessore regionale per le Attività Produttive, Eddy Tamajo.

L’invito è stato inoltrato al presidente del Senato, Ignazio La Russa. Da Palazzo Madama il presidente, impossibilitato a presenziare, ha espresso parole di compiacimento per l’iniziativa, promossa dall’associazione zone franche montane Sicilia e dal Comitato regionale (sindaci e associazione Zfm) che sostiene la battaglia di civiltà in corso.

"Ritengo che questa occasione di confronto e approfondimento - si legge nel messaggio di La Russa - possa rappresentare un valore aggiunto per lo sviluppo economico, produttivo commerciale di una parte significativa della nostra amata Sicilia". Nella nota il presidente La Russa auspica che "attraverso iniziative di questo tipo sia possibile rilanciare lo spirito di impresa" e, pensando alle giovani generazioni, "promuovere attività che rappresentano il presente e il futuro di tanti giovani che vogliono costruire un tessuto sociale al tempo stesso competitivo e radicato nel territorio e nelle sue tradizioni".

"Siamo a un punto di svolta - dichiarano Vincenzo Lapunzina e Filippo Ricciardi, che coordinano il comitato regionale - auspichiamo la presenza di tutti i rappresentanti dei Comuni interessati alla legge di prospettiva in discussione, oltre che degli altri invitati. Facciamo nostra la parte finale del messaggio del presidente La Russa e la rilanciamo: i contributi di tutti potranno arricchire di idee, progetti e prospettive il percorso intrapreso di crescita e sviluppo sostenibile".

Nel corso dei lavori verranno indicati i componenti dell’esecutivo regionale che sarà composto da 2 rappresentanti della Provincia di Agrigento; 2 della Provincia di Caltanissetta; 3 della Provincia di Catania - Parco dell’Etna; 3 della Provincia di Enna; 4 della Provincia di Messina - Parco dei Nebrodi; 2 della Provincia di Palermo Est - Parco delle Madonie; 2 della Provincia di Palermo Ovest; 1 della Provincia di Ragusa; 1 della Provincia di Siracusa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stati generali delle Zone franche montane, il messaggio di La Russa: "Dobbiamo pensare al futuro dei giovani"

PalermoToday è in caricamento