Politica

Impiegare gli ex sportellisti nei Centri per l'impiego: c'è il sì della commissione Lavoro

Secondo i deputati dell'Ars che hanno votato l'atto, i 1.700 lavoratori dovrebbero svolgere il ruolo di navigator, figure professionali che dovranno controllare le persone a cui è stato riconosciuto il reddito di cittadinanza

Stabilizzare i 1.700 ex sportellisti impiegandoli nei centri per l'Impiego nel ruolo di navigator, figure professionali che dovranno affiancare, supportare e controllare le persone a cui è stato riconosciuto il reddito di cittadinanza e che avranno firmato il patto per il lavoro con i centri per l'impiego. E' questo l'obiettivo della risoluzione approvata dalla Commissione Lavoro dell'Ars, con la sola astensione del Movimento 5 stelle. "Un atto politico - afferma il presidente della Quinta commissione e deputato del Pd Luca Sammartino - che impegna il Governo Musumeci a prendersi carico, alla Conferenza Stato-Regioni, di un'emergenza sociale". 

Come diventare Navigator, stipendio da 1.700 euro al mese: i requisiti

Soddisfatto dell'approvazione anche Vincenzo Figuccia, deputato dell'Udc all'Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia: "La risoluzione mira a confinare l’incertezza che ha attanagliato per anni questi lavoratori che tornerebbero a svolgere le loro funzioni presso i centri per l’impiego in relazione agli adempimenti connessi alla misura del reddito di cittadinanza. Adesso il governo nazionale e il ministro del Lavoro diano seguito alle affermazioni del 13 luglio scorso quando gli ex sportellisti venivano individuati quali figure ideali all’assolvimento delle mansioni di navigator”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impiegare gli ex sportellisti nei Centri per l'impiego: c'è il sì della commissione Lavoro

PalermoToday è in caricamento