menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Ztl resta sospesa, ma è polemica Lega-Comune: "L'avevano riattivata", "Disguido tecnico"

Botta e risposta tra l'assessore alla Mobilità Giusto Catania e il capogruppo del Carroccio a Sala delle Lapidi Igor Gelarda. "Nessun automobilista sarà sanzionato, l'ordinanza di sospensione è regolarmente in vigore". Ma il consigliere insiste: "Perché non è stata data nessuna comunicazione ufficiale?"

"La Ztl diurna è sospesa, a causa della grave situazione sanitaria della nostra città che impone di evitare assembramenti sui mezzi pubblici". Con queste parole l'assessore comunale alla Mobilità, Giusto Catania, conferma lo stop ai divieti in centro per le auto alla luce dei dati sul Coronavirus, che potrebbero presto far piombare Palermo in zona rossa. La precedente sospensione era scaduta ieri e la Giunta l'ha prolungata fino al 26 aprile, salvo ulteriori proroghe.  

"Per un disguido tecnico - dovuto ai tempi di sincronizzazione - qualche varco, per un breve periodo di tempo, ha dato informazioni erroree ma nessun automobilista sarà sanzionato poiché l'ordinanza di sospensione della Ztl è regolarmente in vigore" precisa l'assessore dopo la polemica innescata da due esponenti della Lega (il capogruppo in Consiglio Igor Gelarda e la responsabile provinciale Giovani Elisabetta Luparello), che in mattinata avevano parlato di "ennesima beffa dell'amministrazione comunale, oltre al danno di una città che scivola nuovamente verso il girone infernale della zona rossa".

"Come può il Comune - domandavano Gelarda e Luparello - da un lato chiedere l'inasprimento dei provvedimenti anti Covid e dall'altro riattivare la Zona a traffico limitato?". Da qui l'intervento di Catania che, dopo aver chiarito che si è trattato di un "disguido tecnico", passa al contrattacco: "Questo episodio è stato l'ennesima occasione per agitare una polemica da parte di quale qualche esponente leghista. E' evidente che la Lega usa la Ztl come 'arma di distrazione' al fine di spostare il dibattito pubblico dalla gravi responsabilità che il partito di Salvini ha al governo del Paese e della Regione nella gestione della pandemia: dai mancati di ristori per le attività economiche, alla disastrosa campagna vaccinale, fino alla falsificazione dei dati Covid".

"Compreso di avere fatto una grave castroneria con la riattivazione della Ztl - replica Gelarda - l'assessore Catania corre ai ripari e la sospende. Ci dicono che è stato solo un problema tecnico, intanto questa mattina alcune persone hanno dovuto comprare il pass giornaliero; altre erano nella confusione totale. E poi se avessero avuto intenzione di sospenderla perché non hanno dato nessuna comunicazione ufficiale all'esterno? L'assessore Catania - conclude Gelarda - si riconferma inadeguato anche per comunicare cose semplici ai suoi concittadini".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento