"Sistemi di acquisto e appalti nelle pubbliche amministrazioni": incontro di studio alla Regione

Presso l'Auditorium dell'Assessorato Regionale Ambiente e Territorio in via Ugo La Malfa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

l giorno 29 novembre alle ore 9.30 si terrà presso l'Auditorium dell'Assessorato Regionale Ambiente e Territorio un incontro di studio sui "sistemi di acquisto e appalti nelle pubbliche amministrazioni: ottimizzazione delle risorse pubbliche e risparmio negli enti locali”. La conferenza avrà ad oggetto le problematiche afferenti i sistemi di acquisto e le procedure di gare nella pubblica amministrazione alla luce delle novità normative introdotte nel codice dei contratti pubblici. L'evento è patrocinato dai Comuni di Campofelice di Roccella, Campofiorito, Isola delle Femmine, Lercara Friddi, Montelepre, Mussomeli e Pettineo.

"E' un'opportunità - spiega l'Avv. Giuseppe Di Rosa, promotore dell'iniziativa scientifica - per comprendere il corretto funzionamento e la gestione delle procedure di evidenza pubblica e valutare forme aggregative tra enti pubblici che, per il tramite di economie di scala, massimizzino il risparmio nella P.A.". La conferenza è organizzata dal Centro Studi Giustiniano in collaborazione con il Movimento Forense e il Comitato Amministratori Regione Sicilia e il Consorzio CEV. Interverranno, tra gli altri, anche l'Ass. all'Ambiente e al Territorio Salvatore Cordaro e l'Ass. agli Enti Locali Bernadette Grasso. Saranno inoltre presenti Gianfranco Gentile del Comitato Amministratori Regione Sicilia, Maurizio Lo Galbo, Responsabile Trasparenza ANCI, Leonardo Spera, Presidente Regionale ANCI giovani, Maria Carla Grimaldi, consigliere dell'Ordine degli Avvocati di Palermo.

"Abbiamo deciso - spiega Andrea Tasinato, Presidente del Cev, consorzio a partecipazione totalmente pubblica e che si compone di 1100 comuni nell'intero territorio nazionale, centrale unica di committenza per gli enti locali che promuove per i consorziati progetti di riqualificazione energetica ed ambientale - di investire sui comuni siciliani e stabilire una sede operativa in Sicilia. Nel corso dei numerosi incontri con gli amministratori locali siciliani abbiamo, infatti, riscontrato una grande sensibilità civica e senso di responsabilità. Il Consorzio può costituire un centro di ottimizzazione delle risorse per il comuni siciliani. In questa occasione presenteremo, inoltre, in anteprima nazionale un progetto di mobilità sostenibile volto alla sostituzione del parco automezzi sostituendoli con mezzi elettrici e ibridi. Ciò coerentemente agli obiettivi statutari del consorzio e alla sua vocazione per la tutela dell'ambiente e lo sviluppo delle rinnovabili".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento