rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Il sindaco di Cinisi Palazzolo è il primo segretario regionale di Azione: "Noi alternativi alla politica clientelare"

Lo ha eletto l'assise siciliana del partito di Carlo Calenda, che si è svolta oggi online. Il senatore Richetti: "Nessuna polemica con Cuffaro, Miccichè o Lombardo, ma vogliamo testimoniare un radicale cambiamento, a partire dalle Comunali di Palermo e dalle Regionali. No al neocentrismo"

Il sindaco di Cinisi, Giangiacomo Palazzolo, è il primo segretario regionale di Azione. Lo ha eletto l’assise siciliana del partito di Carlo Calenda che si è svolta oggi online. 

Palazzolo, classe 1972, avvocato in prima linea nei processi contro la criminalità organizzata di stampo mafioso, dal 2014 è primo cittadino di Cinisi, la città di Peppino Impastato. Tra i fondatori di Azione insieme a Carlo Calenda e Matteo Richetti, ricopre attualmente l'incarico di componente della direzione nazionale e responsabile del dipartimento legalità del partito.

“Con la celebrazione del congresso siciliano di Azione - ha detto Palazzolo - giungiamo alla conclusione del percorso iniziato con le assemblee fondative e successivamente dei congressi provinciali che fanno di Azione un partito vero, uno dei pochi che in Italia e in Sicilia ha il coraggio di scegliere democraticamente e liberamente i propri rappresentanti”.

Niente leader di partito collegati per il primo congresso regionale di Azione ma un fronte trasversale di imprenditori e amministratori locali: il notaio Andrea Bartoli, fondatore di Farm Cultural Park di Favara; Domenico Ciancio Sanfilippo, editore del quotidiano "La Sicilia"; i sindaci di Agrigento e Trapani Franco Miccichè e Giacomo Tranchida.

Il congresso è stata anche l’occasione per Palazzolo di fissare la rotta dei calendiani di Sicilia: "Non abbiamo discusso né di poltrone né di alleanze, il nostro obiettivo è essere alternativi alla politica clientelare e populista che nei decenni ha letteralmente affamato e distrutto la Sicilia. Vogliamo offrire ai bravi amministratori locali, ai giovani e a quanti si vogliono impegnare nella cosa pubblica".

"Non è una polemica con Cuffaro, Miccichè o Lombardo ma con Azione vogliamo testimoniare un radicale cambiamento della politica, a partire dalle comunali di Palermo e dalle prossime elezioni regionali in Sicilia". Lo ha affermato Matteo Richetti, senatore di Azione, nel suo saluto al congresso siciliano del partito di Carlo Calenda che ha visto eletto come segretario regionale il sindaco di Cinisi (Palermo) Giangiacomo Palazzolo. "Siamo convinti - ha continuato Richetti - che un neocentrismo che metta insieme Mastella, Renzi, Casini, Toti e Cesa non serva a nulla. Con Azione facciamo sul serio e diversamente per dare fiducia a quanti vogliono una politica diversa". 

“Auguro buon lavoro all’amico Palazzolo e alla sua squadra, la strada della federazione nazionale è quella di cui siamo stati antesignani già nell’estate del 2020 a Tusa  ed oggi con la sua elezione  è ancora più solida". Così Fabrizio Ferrandelli, presidente dell’assemblea nazionale di +Europa durante il suo intervento di saluto al congresso regionale di Azione.

Ferrandelli ha parlato anche di esigenza di “nuovi perimetri” a partire dalle forze che si sono autenticamente ritrovate nell’elezione del Presidente della Repubblica, ma  mettendo in chiaro il metodo: “ partire dai problemi dei territori, dalle soluzioni e dalle opportunità del Pnrr. Partiamo dai temi e non dai nomi, partiamo dai programmi e governeremo le città e la regione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Cinisi Palazzolo è il primo segretario regionale di Azione: "Noi alternativi alla politica clientelare"

PalermoToday è in caricamento