Il sindaco di Cinisi se la prende con Musumeci: "Ambulanze in coda sono la risposta alle sue lagne"

Giangiacomo Palazzolo punta il dito contro il presidente della Regioine e la sua Giunta: "Sapevamo tutti che il virus avrebbe preso vigore in autunno e invece di prepararci il governo ha passato l'estate a crogiolarsi nelle facezie di Ambelia, Dolce e Gabbana e del Giro d'Italia"

"Gli ospedali al collasso, le ambulanze in coda e le persone che aspettano tamponi da settimane sono la risposta alle lagne del presidente Musumeci sulla zona arancione per la Sicilia". Lo afferma Giangiacomo Palazzolo, sindaco di Cinisi e componente del comitato promotore nazionale di Azione.

"Non sono un sostenitore del governo Conte - prosegue Palazzolo - ma denunciare come fanno Musumeci e addirittura il presidente dell’Ars Miccichè la classificazione arancione della Sicilia come una specie di ritorsione è indice di totale scollamento dalla realtà, un infantilismo politico che in questa situazione non ci possiamo permettere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'esponente siciliano del partito di Carlo Calenda aggiunge: "comprendo la preoccupazione e lo sconforto di tante attività economiche, le restrizioni saranno un sacrificio enorme e mi auguro che il governo nazionale sia solerte nel prevedere i necessari ristori. Però - aggiunge Palazzolo - deve essere chiaro che se siamo in questa situazione in Sicilia, con la sanità stremata e il tessuto produttivo in crisi, è perché qualcuno non ha fatto il suo dovere. Sapevamo tutti che il virus avrebbe preso vigore con l’autunno e invece di prepararci il governo regionale ha passato l’estate a crogiolarsi nelle facezie di Ambelia, Dolce e Gabbana e del Giro d’Italia, rimandando incomprensibilmente le necessarie strategie di prevenzione e di rafforzamento del sistema sanitario". 

"Musumeci invece di indignarsi o di guardare a cosa accade nelle altre regioni venga a vedere le ambulanze in coda davanti agli ospedali, forse troverà le risposte che sta cercando" conclude Palazzolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento