Politica

Migranti, Anello (Lega): "Impugnando l'ordinanza il governo mette a rischio la sicurezza sanitaria dei siciliani"

Il commissario provinciale della Lega Palermo interviene dopo la notizia dell'impugnativa dell'ordinanza firmata dal presidente della Regione Siciliana: "Da Conte e Lamorgese ci si aspetterebbe azioni di responsabilità e invece registriamo solo sterili proclami".

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Impugnando l'ordinanza di sgombero dei migranti in Sicilia del presidente Musumeci, il governo nazionale ferma un'azione a tutela della sicurezza sanitaria dei siciliani. Che è anche la denuncia di una tragedia sotto gli occhi di tutti, che Conte e Lamorgese fanno finta di non vedere. A cominciare da Lampedusa, dove i migranti a causa dell'eccessivo sovraffollamento sono costretti a vivere come animali. Anzi peggio, perché gli animali da compagnia che abbiamo in casa vivono meglio". Lo dice Alessandro Anello, commissario provinciale della Lega a Palermo, dopo la notizia dell'impugnativa da parte del governo nazionale dell'ordinanza del presidente della Regione Siciliana. "Non è pensabile - continua Anello - continuare ad ospitare nei centri di accoglienza e hotspot siciliani più migranti di quelli che le strutture sono in grado di contenere, né è serio da parte della sinistra bollare come razzista chi, come Salvini e Musumeci, si fa portavoce delle richieste dei cittadini impauriti da una gestione dell'immigrazione senza regole. La verità è che a sinistra si riempiono la bocca di belle parole ma non fanno nulla, se non azioni contro la volontà dei cittadini. Come l'esposto alla procura di Agrigento contro Salvini e Musumeci ad opera del senatore renziano Davide Faraone, che da quando è diventato capogruppo di Italia Viva al Senato evidentemente si è lasciato contagiare dal virus del partito dei giudici. Salvo poi, all'occorrenza, anteporre le gite sulle navi Ong al diritto. In questo contesto - conclude Anello - dal governo Conte ci si aspetterebbe azioni concrete di responsabilità e invece registriamo solo sterili proclami".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Anello (Lega): "Impugnando l'ordinanza il governo mette a rischio la sicurezza sanitaria dei siciliani"

PalermoToday è in caricamento