Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Sesta Circoscrizione, Acanfora vince il ricorso al Tar e subentra in Consiglio a Cannella

La candidata della lista Palermo 2022 scalza il consigliere di quartiere eletto con Democratici e popolari. I giudici amministrativi, dopo le verifiche condotte nelle sezioni elettorali, hanno constatato che mancavano alcuni voti. Comune condannato a pagare le spese di giudizio

Il Tribunale amministrativo regionale

Al Consiglio della Sesta circoscrizione Ida Acanfora subentra a Michele Manfredi Cannella. Lo hanno deciso i giudici del Tar, che hanno accolto il ricorso di Acanfora (addistita dagli avvocati Giovanni Scala e Carlo Petta), candidata della lista Palermo 2022 alle elezioni amministrative del 2017. E così Cannella, eletto nella lista dei Democratici e popolari, è stato estromesso dal "parlamentino" di quartiere.

I giudici amministrativi della prima sezione (Calogero Ferlisi presidente, Giovanni Tulumello estensore, Sebastiano Zafarana primo referendario), dopo le verifiche condotte nelle sezioni elettorali, hanno constatato che mancavano alcuni voti attribuiti ad Acanfora.

"Complessivamente - ricostruiscono i giudici amministrativi - nelle 8 sezioni in contestazione l'Ufficio Centrale ha accertato 261 voti per la lista numero 5 Palermo 2022, di contro dai verbali degli uffici elettorali di sezione risultano attribuiti a detta lista nelle medesime sezioni un totale di 353 voti, con una variazione in aumento di 92 voti. Anche in altre otto sezioni della Circoscrizione i giudici hanno verificato come i voti validi della lista numero 17 Democratici e Popolari determinati dall'Ufficio Centrale non corrispondano a quelli attribuiti dagli Uffici elettorali di Sezione. Dai verbali degli uffici elettorali di sezione risultano attribuiti a detta lista nelle medesime sezioni un totale di 94 voti, con una variazione in diminuzione di 155 voti. Alla luce dei nuovi conteggi - conclude il Tar - la candidata Ida Acanfora risulta eletta". Il Comune di Palermo è stato condannato a pagare le spese del giudizio. 

"Sono contento per la decisione del Tar di aver accolto il ricorso di Ida Acanfora anche se eravamo convinti già dall'inizio che tutto sarebbe andato per il verso giusto, considerato che l'errore di trascrizione dei voti nei verbali era palese - commenta Massimiliano Giaconia, consigliere comunale di Palermo 2022 -. Va dato merito anche l'aggreggio lavoro svolto dall'avvocato Giovanni Scala, che ha difeso e rappresentato Acanfora in tutta questa vicenda durata più di un anno. Conosco Ida da tanti anni, si è sempre occupata di sociale e di scuola, e non solo, considerato che è stata tra i dipendenti del call-center "Accenture" che hanno dato vita al movinento #262acasa, nato per opporsi al licenziamento collettivo. Sono certo che farà un buon lavoro per il bene dei quartieri e i cittadini della VI Circoscrizione. Sarà un valore aggiunto per la nostra squadra composta, oltre che dal sottoscritto, dal presidente Maraventato e dal vicepresidente Li Muli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesta Circoscrizione, Acanfora vince il ricorso al Tar e subentra in Consiglio a Cannella

PalermoToday è in caricamento