rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Molo sequestrato al porto, M5S: "Scandaloso silenzio di Orlando"

Secondo il deputato alla Camera Riccardo Nuti "il Comune doveva chiedere la testa di Cannatella". Depositata un'interrogazione alla Camera per chiedere la rimozione del presidente dell'Autorità portuale

"Il silenzio di Orlando sulla questione porto di Palermo è quantomeno imbarazzante. Dopo il sequestro del molo, un intervento del sindaco sarebbe stato doveroso, e invece...", il deputato alla Camera del M5S Riccardo Nuti chiama in causa il primo cittadino di Palermo sulla "vergognosa vicenda" che ha portato all'intervento della magistratura per mettere i sigilli al molo Vittorio Veneto, a rischio crollo.

Riccardo_Nuti-2"Orlando – dice Nuti - doveva pressare per la rimozione del presidente dell'Autorità portuale Cannatella, che, secondo quanto scrivono i magistrati nel provvedimento di sequestro, era a conoscenza dal 2014 della situazione di degrado della banchina e non ha fatto nulla per porvi rimedio. Comprendiamo che le ultime clamorose fallimentari operazioni di cui la sua giunta è stata protagonista possano aver distratto il sindaco, ma da qui a giustificare il suo più assoluto silenzio ce ne corre. Orlando, a tutela della città che amministra, doveva chiedere a Roma la testa di Cannatella".

Sulla vicenda il M5S non intende fare sconti. Ha già depositato una interrogazione alla Camera per chiedere la rimozione di Cannatella e l'invio degli ispettori ministeriali a Palermo. "Presto - conclude Nuti – chiederemo inoltre un question time a Delrio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molo sequestrato al porto, M5S: "Scandaloso silenzio di Orlando"

PalermoToday è in caricamento