A Palazzo Cefalà i lavori di "Palermo, sinistra in corso"

Ad aprire l’assemblea la fotoreporter Letizia Battaglia. Presenti esponenti delle istituzioni, tra cui i parlamentari di Sinistra Italiana Erasmo Palazzotto, Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella, gli assessori della giunta Orlando Giusto Catania e Barbala Evola, presidenti e consiglieri delle circoscrizioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Cittadini, associazioni, movimenti, sindacati, lavoratori e partiti politici insieme per porre le basi alla nascita di un soggetto unitario della sinistra a Palermo. E’ “Palermo, sinistra in corso”, l’assemblea delle forze di sinistra della città che si è svolta a Palazzo Cefalà. Un’assemblea aperta ampiamente partecipata, che ha visto intervenire volti storici della sinistra palermitana, esponenti delle istituzioni, studenti universitari, lavoratori di aziende in crisi, associazioni di volontariato e semplici cittadini. 

L’obiettivo è quello di creare un soggetto in grado non solo di riunificare le varie forze della sinistra, ma soprattutto mettere al centro le politiche sociali operando sul territorio, ascoltando le problematiche dei quartieri e coinvolgendo la cittadinanza in maniera attiva. 

Ad aprire l’assemblea la fotoreporter Letizia Battaglia. Presenti esponenti delle istituzioni, tra cui i parlamentari di Sinistra Italiana Erasmo Palazzotto, Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella, gli assessori della giunta Orlando Giusto Catania e Barbala Evola, presidenti e consiglieri delle circoscrizioni del Comune. E poi, movimenti per i diritti civili e associazioni che operano da anni a fianco dei migranti e nei quartieri disagiati. Presente anche una delegazione della Fiom Palermo, guidata dalla segretaria Angela Biondo, e i lavoratori di Almaviva e di Fincantieri, le due più grosse realtà occupazionali della città che da anni vivono una profonda crisi, tra esuberi e cassa integrazione che coinvolge centinaia di dipendenti. 

“Palermo è una città in transizione, restituirgli una dimensione di normalità è la sfida più grande che abbiamo davanti a noi – dichiara il deputato di Sinistra Italiana Erasmo Palazzotto - Per questo saremo impegnati nei prossimi mesi a costruire una proposta politica per cambiarla nei prossimi cinque anni insieme a tutte le forze politiche e sociali della Sinistra Palermitana”.

“Costruire uno spazio della sinistra è una necessità per Palermo, per la Sicilia e per l' Italia – dice l’assessore alla Mobilità del Comune Giusto Catania - Bisogna elaborare una proposta di cambiamento che passi dalla partecipazione e dal protagonismo dei lavoratori, dei precari, dei tanti giovani disoccupati. Dobbiamo mettere da parte egoismi di partito per rilanciare una progettualità di trasformazione che possa continuare ad interloquire positivamente con l'amministrazione comunale di Palermo e col sindaco Leoluca Orlando”.

Quello di oggi è il primo passo di un percorso che continuerà da qui alle amministrative, con assemblee di quartiere e tavoli di lavoro tematici aperti alla città.

Torna su
PalermoToday è in caricamento