Politica

Comune e Rap ai ferri corti, Caracausi: "Sindaco non scarichi responsabilità su Li Causi e Norata"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Non invitare i vertici della Rap ad un incontro indetto dal socio unico della stessa con i sindacati evidenzia uno scollamento tra l’azienda ed l’amministrazione comunale. In questi mesi di emergenza rifiuti i vertici della Rap con il suo presidente e Direttore  generale hanno garantito ai cittadini palermitani che i rifiuti non invadessero la città assumendosi responsabilità anche di natura penale". Lo dichiara Paolo Caracausi (Italia Viva), presidente della III commissione Partecipate.

Per Caracausi "gli extra costi che si sono determinati nell’anno 2020 non possono rimanere sulle spalle dell’azienda che rischia il fallimento e la nostra città questo nome se lo può permettere. Ritengo che il sindaco così come ha sempre espresso parole di elogio nei confronti del presidente e del direttore generale non può adesso scaricare su di loro responsabilità che non hanno. Credo sia necessario affrontare questo grosso problema economico/finanziario convocando un tavolo di confronto affinché si arrivi ad una risoluzione del problema. Auspico nel rigetto delle dimissioni di Li Causi che ad oggi ha dimostrato grande senso di responsabilità e capacità organizzativa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune e Rap ai ferri corti, Caracausi: "Sindaco non scarichi responsabilità su Li Causi e Norata"

PalermoToday è in caricamento