rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

Sapienza (Forza Italia Giovani): "Vicinanza ai due poliziotti vittime di un'ingiustizia"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In questi giorni si è parlato di una spiacevole vicenda che ha visto protagonisti Gianmario Collesano e Fabio Tripodi, due validi poliziotti che nei primi anni del 2000 hanno arrestato 67 trafficanti di droga. I due, nonostante l'eccellente lavoro, non hanno percepito gli straordinari legittimamente spettanti (€ 8.000 Collesano, € 5.500 Tripodi), anzi si sono visti commutare le loro spettanze in sei mesi di ferie forzate. A dicembre il Tar ha dato loro torto, condannandoli quindi a non poter pretendere le centinaia di ore di straordinario, contestando un difetto di forma nella richiesta, cosa che i due smentiscono.

Tuttavia non potendo sostenere ulteriori spese legali per l'appello sarebbero costretti ad accettare il riposo compensativo, quindi le ferie per recuperare 864 l'uno e 471 l'altro di straordinario. Della vicenda si sta già occupando il sindacato Les, libertà e sicurezza. Inoltre il parlamentare Elio Vito (FI) ha presentato un'interrogazione al ministro dell'Interno. Insomma Collesano e Tripodi non si arrendono, non sono andati in ferie e qualche giorno fa si sono anche presentati a Montecitorio chiedendo ai passanti e ai politici una colletta per non essere costretti a restare a casa all'incirca sei mesi a testa.

"Riguardo la vicenda dei poliziotti Collesano e Tripodi - dice Valeria Sapienza, coordinatrice provinciale di Forza Italia Giovani Palermo - non si può che rimanere attoniti, è paradossale il fatto che due validi poliziotti, che svolgono il loro lavoro con impegno, passione e sacrificio, risorsa preziosa per Palermo, debbano essere mandati forzatamente in ferie. La nostra città non può permettersi una assenza di sei mesi dal territorio di due validissimi poliziotti. È incredibile - continua la giovane azzurra - come chi svolge diligentemente il proprio lavoro, garantendo la sicurezza ai cittadini, non debba ricevere i riconoscimenti legittimamente spettanti. L'impegno mio e di tutto il movimento giovanile sarà quello di sensibilizzare la classe politica affinché si possa trovare una risoluzione dignitosa allo spiacevole episodio, scongiurando ulteriori atti di mortificazione. Noi giovani faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per contribuire affinché si eviti che vengano tolti dalla strada, garantendo meno la sicurezza dei palermitani. Non possiamo accettare silenziosamente - conclude Sapienza - che non vengano fatti valere i diritti di due Servitori dello Stato."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sapienza (Forza Italia Giovani): "Vicinanza ai due poliziotti vittime di un'ingiustizia"

PalermoToday è in caricamento