Polemica sul Sabir festival, la Lega insorge: "Rai tolga patrocinio"

Si tratta del festival diffuso delle culture mediterranee in programma ai Cantieri Culturali. I parlamentari Simona Pergreffi e Daniele Belotti chiedono alla televisione pubblica di non sostenere l'iniziativa. Gli organizzatori: "Continueremo a criticare qualsiasi decisione contro il rispetto dei diritti umani"

Passa da Palermo l'ennesima polemica sul ruolo della Rai come servizio pubblico ma anche sul tema sempre "caldo" dell'immigrazione. In un'interrogazione in commissione di Vigilanza Rai, i parlamentari della Lega Simona Pergreffi (membro della commissione di Vigilanza Rai) e Daniele Belotti chiedono di "ritirare il patrocinio della Rai a Sabir Fest promosso da Arci" in programma proprio nel capoluogo siciliano dall'11 al 14 ottobre.

"Sabir" è il festival diffuso delle culture mediterranee e si terrà ai Cantieri Culturali alla Zisa. Presentato il 3 ottobre, proclamata Giornata della Memoria in ricordo delle 368 vite spezzate nel 2013 al largo di Lampedusa, l'evento quest'anno è dedicato alla libertà di circolazione delle persone, delle idee, delle culture e dei diritti. Quattro giorni di confronto pubblico e appuntamenti culturali di teatro, letteratura, musica.

"Nessuno qui vuole impedire la libertà di espressione - sottolineano gli esponenti leghisti -. Ma quando si parla di servizio pubblico radio televisivo, si dovrebbe parlare anche di imparzialità cosa che in questa manifestazione proprio non è prevista. Nel programma sono previsti persino convegni sulla campagna elettorale per le Europee 2019 contro movimenti politici definiti 'regressivi'. Offrire il patrocinio Rai a una manifestazione in cui si analizzano forme per denunciare i vertici del Governo italiano legittimamente eletto, promuovere strumenti di contrasto alle sue politiche sugli hot spot, definire razzisti e populisti milioni di elettori che in Europa sostengono determinate forze politiche, organizzare etichettare come 'reazionari e oscurantisti' determinati governi di paesi europei, non e' dunque una svista, ma un grave errore cui rimediare con urgenza".

E sulla pagina Facebook del festival, gli organizzatori replicano: "La Lega - Salvini Premier attacca il Sabir Festival, proponendo una sorta di censura preventiva per un festival che ha come tema principale proprio la libertà di circolazione delle persone, delle idee, delle culture e dei diritti. Continueremo a criticare e anche a mobilitarci se necessario per contrastare qualsiasi decisione o provvedimento che vada contro il rispetto dei diritti umani e la dignità delle persone, italiane o straniere che siano. Il Festival Sabir sarà, come nelle altre edizioni, un partecipato momento di confronto e dialogo tra esponenti istituzionali e della società civile dell’Europa e del Mediterraneo".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Sai che novità...

  • Io mi chiedo: gli elettori del partito di grillo e della lega NORD (ex partito innovatore, oggi un partito reazionario e propriamente prefascista, come correttamente definito) che per anni hanno piagnucolato per i condizionamenti politici della rai, adesso non hanno nulla da dire? Questo genere di condizionamenti politici va loro bene? Questo significherebbe che non è il condizionamento in sé, ma il TIPO di condizionamenti, ad infastidire?

  • non si smentiscono mai, i soliti patetici fascioxenofobi

    • Avatar anonimo di ilTafano
      ilTafano

      L'ennesimo raglio notturno.

  • Qualcuno, che occupa il relativo posto, avrà preso la decisione. O questo qualcuno è incapace, o sa fare il suo lavoro. Ritenere che sia incapace solo quando entra in conflitto con la parte politica che attualmente sta al governo, è regime dittatoriale. Così non va bene. Se "milioni di elettori in Europa sostengono determinate forze politiche" ciò non sarà certamente messo in pericolo dal Sabir festival. E' su questo che bisogna concentrarsi. Non sulla repressione.

  • Mi fanno pena e schifo i razzisti che alla fine della giornata corrono a rinchiudersi in quelle scatole di sardine invece di farsi una bella gita nei centri di accoglienza per mangiare cantare e ballare con i fratelli e le sorelle immigrati

    • Cambi il disco, ogni tanto.,

  • Difendete pure quelli che chiamate diritti umani, ma difendeteli con il vostro denaro non con quello che io verso per il canone della rai.

    • fatello detrarre dalla prossima bolletta, c'è il modulo online sul sito rai

    • il canone della Rai lo verso pure io che sono d'accordo con la manifestazione....

    • Giustissimo! Io non pago per questo

Notizie di oggi

  • Mafia

    "La mafia è stata decapitata, Palermo non permetterebbe mai a Messina Denaro di fare il capo"

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cultura

    La Casa delle Farfalle resta aperta per le feste: a Pasqua e Pasquetta orario continuato

  • Politica

    Via Maqueda e corso Vittorio, a Pasqua si va a piedi: il Comune "studia" la chiusura totale

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento