Politica

Russo: “La sanità siciliana ha chiuso il 2011 col pareggio di bilancio”

L'assessore regionale al del X Congresso Nazionale Sis-118 che si è svolto a Terrasini. "Abbiamo trovato un deficit fra i 700 e i 900 milioni di euro, abbiamo chiuso l'anno con un disavanzo di soli 21 milioni"

L'assessore regionale alla Sanità Massimo Russo

La sanità siciliana ha chiuso il 2011 con il pareggio di bilancio. Lo afferma, a margine del X Congresso Nazionale Sis-118 che si è svolto a Città del Mare di Terrasini, l’assessore regionale Massimo Russo. “Quando ci siamo insediati abbiamo trovato un deficit che oscillava fra i 700 e i 900 milioni di euro, nel 2011 abbiamo chiuso l’anno con un disavanzo di soli 21 milioni di euro, andando al di là di ogni più rosea aspettativa e oltre il limite che ci aveva imposto il Ministero, che era fissato a quota -90 milioni”. A poco più di due mesi alla scadenza del suo mandato (Lombardo ha annunciato le sue dimissioni per il 28 luglio ndr), Russo si mostra orgoglioso dell’obiettivo raggiunto. “Dicono che ho fatto tagli? Ma quando mai – afferma – anzi sotto la mia gestione sono aumentati i punti di primo intervento”.

L’assessore rilascia anche due battute anche sulla instabile situazione politica regionale. “Dimissioni anticipate sull’assemblea? Non credo – risponde Russo – che i deputati lo facciano”. E sull’avventura alle amministrative con la lista Palermo Avvenire. “Abbiamo ricevuto un risultato superiore rispetto alle aspettative – dice l’assessore – prendendo il 3,5% dei voti. Quasi la metà di Pdl e Pd e molto vicini ad altre liste che hanno avuto più tempo di noi”. Sull’ipotesi di candidatura alla prossima presidenza della Regione invece si trincera dietro un sorriso.

Ma Russo era a Città del Mare soprattutto per celebrare il ventennale del 118. Annunciano che “nuove ambulanze per il 118 sono in arrivo. La gara di appalto è già pronta, il nuovo parco automezzi sarà rinnovato entro l’anno prossimo: 192 le ambulanze che saranno acquistate dalla Regione Sicilia”. I lavori, a cui partecipano più di cento esperti provenienti da tutta Italia, sono coordinati da Bernardo Alagna, responsabile del Servizio regionale del 118. Russo ha anche annunciato il completamento del Centro di addestramento per gli operatori del 118 a Caltanissetta. “Tanto è stato fatto per il servizio di emergenza-urgenza siciliano, ma in questo ultimo scorcio di legislatura non resteremo certo a guardare –sottolinea l’assessore Russo -. Entro marzo dell’anno prossimo andrà in appalto la gara per l’acquisto di 192 ambulanze, che saranno anche dotate di nuove tecnologie che consentiranno l’uso della telemedicina a bordo.  In più siamo quasi al traguardo con il Centro di addestramento di Caltanissetta, che sarà uno dei più grandi di tutto il bacino del Mediterraneo. Lì formeremo i nostri operatori del 118, con simulazioni di situazioni estreme come incidenti stradali con feriti gravi che necessitano di essere trasportati con urgenza in ospedale".

Nel corso del Congresso nazionale del Sis 118 si è parlato anche del Seus, la società consortile costituita nel 2009 dalla Regione siciliana per gestire il servizio di emergenza-urgenza nell’Isola. “Abbiamo riorganizzato tutto il sistema – spiega Russo – seguendo le linee guida che hanno contraddistinto la nostra azione in assessorato che ci ha fruttato grandi successi”.
 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Russo: “La sanità siciliana ha chiuso il 2011 col pareggio di bilancio”

PalermoToday è in caricamento