A Roccapalumba la Lega entra in Consiglio comunale: "Cresce in Sicilia l'esercito del cambiamento"

Giuseppe Gattano, 37 anni, caporale maggiore dell’Esercito, aderisce istituzionalmente al partito guidato dal vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini

Giuseppe Gattano e Igor Gelarda

Un altro consigliere comunale della provincia di Palermo passa alla Lega. Accade a Roccapalumba, dove Giuseppe Gattano, 37 anni, caporale maggiore dell’Esercito, aderisce istituzionalmente al partito guidato dal vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“Ho sposato il progetto della Lega perché credo fortemente che ci siano tutti i presupposti per far crescere il nostro territorio - dice Gattano, già coordinatore cittadino del partito - . Un progetto fatto di tantissime iniziative, che mette sempre in primo piano gli interessi e le necessità dei cittadini italiani. Ringrazio il responsabile regionale enti locali, Igor Gelarda, ed il responsabile enti locali in provincia di Palermo, Elio Ficarra, per l'enorme sforzo che stanno facendo nell’organizzazione del partito, d’intesa con il senatore Stefano Candiani, sottosegretario al ministro dell’Interno e commissario straordinario della Lega in Sicilia”.

“In provincia di Palermo come in tutta la Sicilia - dicono Gelarda e Ficarra - stiamo mettendo insieme un piccolo esercito di consiglieri comunali per attuare la rivoluzione del buonsenso avviata da Matteo Salvini in ogni angolo dell’Italia. Il consenso nella Lega cresce di giorno in giorno e le iniziative da portare avanti nell’Isola sono tantissime. Con l’adesione del neo consigliere Giuseppe Gattano a Roccapalumba - concludono Gelarda e Ficarra - l’azione politica in provincia di Palermo diventerà ancora più forte, per costruire la nuova strada dello sviluppo della nostra terra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento