Rita Vinci (Mov 139): mozione a Sala delle Lapidi contro la violenza di genere

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Istituire un bando per l'affidamento a enti pubblici o privati di un progetto ad hoc, per dar vita a percorsi di formazione degli insegnanti sull'affettività nelle scuole; dare effettiva applicazione al decreto attuativo dell'articolo 16 della Legge 128 del 2013, che prevede attività di formazione e aggiornamento obbligatori per il personale scolastico con riguardo, in particolare, alle competenze relative all'educazione all'affettività e al rispetto delle pari opportunità di genere. Sono alcune delle proposte della consigliera comunale Rita Vinci (Mov 139), contenute in una mozione presentata a Sala delle Lapidi, nella quale si chiede anche di individuare i fondi necessari per la formazione degli insegnanti su questo delicato tema.

A questo proposito, nella mozione si sottolinea come per contrastare la violenza di genere sia necessario partire proprio dall'educazione e da tutti quei luoghi destinati alla cultura, uno dei quali è, appunto, la scuola. Il riferimento alla Legge 128 del 2013 prevede anche di avviare una sinergia con i governi nazionale e regionale, per spingere il ministero dell'Istruzione e dell'Università ad adottare il decreto attuativo della stessa, che vincola i docenti alla formazione obbligatoria su questa materia.

"L'intento è di dare effettiva applicazione alle norme sull'educazione all'affettività - sottolinea la consigliera Rita Vinci - ed è un tema particolarmente importante, soprattutto per prevenire tutti quei comportamenti che, anche nella scuola pubblica, possono sfociare in fenomeni deprecabili, come ad esempio il bullismo".

Torna su
PalermoToday è in caricamento