rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Verso le elezioni

Rita Barbera: "La politica locale a Roma a cercare benedizioni, ma lì sanno cosa sono i Danisinni?"

L'ex direttrice dell'Ucciardone impegnata nella corsa a sindaco: "Nei manifesti elettorali si omettono i simboli dei partiti, è iniziato il 'gioco delle tre carte'. Nella capitale, dove si decidono candidati e liste, non hanno idea dei nostri quartieri"

"E mentre nei manifesti elettorali si omette o sparisce il simbolo dei partiti, come nel caso del candidato Faraone o della candidata Varchi, ammesso e non concesso che si possano ancora ritenere candidati e non lo crediamo, è già iniziato il 'gioco delle tre carte' della politica locale che, dopo essere volata a Roma per ottenere l’adeguata santificazione, oggi è più mai impegnata a mescolare l’esiguo mazzo per ottenere liste e candidati nel solito tentativo di trasformare l’attuale campagna elettorale per le elezioni amministrative in pantomima finalizzata a poltrone e incarichi". A dichiararlo è Rita Barbera, candidata a sindaco senza alcun partito alle spalle.

"Io non parlo con i partiti, ma con le persone cui mi sono rivolta, a quelli che non ci credevano e adesso ritengono che sia possibile un cambiamento. A Roma c’è gente che non ha idea di dove e cosa siano i Danisinni e tutti i nostri quartieri – continua Barbera – e proprio là si ritiene di decidere chi debba amministrare Palermo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rita Barbera: "La politica locale a Roma a cercare benedizioni, ma lì sanno cosa sono i Danisinni?"

PalermoToday è in caricamento