Protestano i dipendenti di Riscossione Sicilia, Figuccia: "Mantenere livelli occupazionali"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Esprimo la mia piena solidarietà ai dipendenti di Riscossione Sicilia S.p.a. che domani manifesteranno a Palermo, dinnanzi la sede della presidenza della Regione. I lavoratori chiedono unanimemente e con urgenza l'applicazione delle legge n.16/2017 che prevede il loro transito, previo accordo con lo Stato, verso l'Agenzia delle Entrate-Riscossione. Spingerò verso questo percorso in quanto è l'unico che potrà garantire il mantenimento dei livelli occupazionali e la certezza del pagamento delle retribuzioni per i quasi 700 dipendenti in stato di agitazione. Per tali motivazione, ho già depositato un'interrogazione parlamentare in modo da chiarire quali saranno le azioni poste in essere, al fine di trovare un accordo con lo Stato e accelerare quindi il passaggio del personale".  Ad affermarlo è Vincenzo Figuccia, deputato Udc all'Ars e leader del Movimento CambiAmo la Sicilia.

Torna su
PalermoToday è in caricamento