Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Rischio idrico, illustrato il piano del Comune: "Interventi ormai non più rinviabili"

Audizione in Consiglio comunale dell'assessore alla Rigenerazione Urbanistica e Urbana, Emilio Arcuri. Il progetto fa particolare riferimento alle opere legate alla regimentazione delle acque bianche e nere

Emilio Arcuri

L'assessore alla Rigenerazione Urbanistica e Urbana, Emilio Arcuri, ha partecipato oggi alla seduta del Consiglio Comunale, illustrando il piano di interventi realizzati e programmati per la mitigazione del rischio idrico in città con particolare riferimento alle opere legate alla regimentazione delle acque bianche e nere. Arcuri ha sottolineato come, "a seguito di diversi provvedimenti di commissariamento emananti nel tempo dal Governo nazionale", ''in sostanza alle Amministrazioni Locali sono rimaste le competenze di Programmazione degli Interventi relative al dissesto idrogeologico e le attività di realizzazione delle opere strutturali di mitigazione non complesse oltre alle attività già avviate precedentemente ed in fase di realizzazione''.

L'assessore ha spiegato che ''si è avviata una proficua collaborazione con la struttura commissariale nazionale incaricata della gestione di tutto quanto attiene le opere necessarie per chiudere la procedura di infrazione comunitaria avviata contro il nostro Paese per mancati interventi di trattamento delle acque reflue, mentre sul fronte regionale stiamo operando di concerto con l'attuale Commissario per il dissesto idrogeologico e di intesa con l'Assessore all'Ambiente Salvatore Cordaro affinché si giunga o alla rimodulazione del Patto per lo Sviluppo o ad altre soluzioni per recuperare sollecitamente le risorse necessarie alla realizzazione delle opere''.

Commentando la relazione fornita dall'Assessore al Consiglio Comunale, Leoluca Orlando ha sottolineato che ''è evidente che in questi anni, ad un impegno forte dell'Amministrazione in termini di programmazione, progettazione e reperimento delle risorse, non è sempre corrisposto un analogo impegno di altre Istituzioni, soprattutto il passato Governo regionale, da parte del quale sono venute scelte non solo discutibili ma spesso del tutto inspiegabili per le conseguenze gravissime che hanno avuto e possono avere per la sicurezza dei cittadini. In questi ultimi mesi si è ricostruito un corretto rapporto di collaborazione e dialogo istituzionale che speriamo trovi sbocco nell'avvio di lavori ormai non più rinviabili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio idrico, illustrato il piano del Comune: "Interventi ormai non più rinviabili"

PalermoToday è in caricamento