menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comunarie 5 Stelle, si riaccendono i motori: conferma entro lunedì

Dopo il caos firme false, i veleni, le polemiche e le sospensioni, si riaccendono i riflettori sulle "primarie" dei grillini. In lizza più di cento candidati a sindaco

I candidati del Movimento 5 Stelle che avevano dato la disponibilità a candidarsi al Consiglio comunale nel 2017, entro lunedì dovranno confermare le loro intenzioni. Dopo il caos firme false, i veleni e le sospensioni, si riaccendono i riflettori sulle "primarie a cinque stelle". i I candidati dovranno infatti conquistarsi i voti on line sulla base della propria presentazione, tramite un video, e grazie al 'peso' del proprio curriculum. Ai 122 che avevano girato un video oggi è arrivata un'email.

Si procederà alla votazione on line su “Rousseau”, il sistema operativo del Movimento 5 stelle, da cui verranno fuori i candidati al consiglio comunale, e, successivamente, il nome del candidato sindaco. In queste settimane si sono chiamati fuori la leader Lgbt Daniela Tomasino e gli attivisti della prima ora Adriano Varrica e Renato Marchiafava.

La prima selezione si sarebbe dovuto tenere asettembre, in occasione di "Italia 5 Stelle", la kermesse nazionale grillina al Foro Italico di Palermo. La procedura è stata poi bloccata. Ingegneri, architetti, medici, studenti, giornalisti, laureati in cerca di occupazione, impiegati, pensionati. C'è un ampio spaccato della società palermitana tra le 122 persone che hanno presentato la propria proposta di candidatura per il M5S alle prossime elezioni comunali. Buona la partecipazione femminile: 22 delle domande pervenute sono state presentate da donne. Il M5S aveva anche rivolto un appello per incrementare la partecipazione "rosa". L'età media dei candidati è di 43 anni.

"Il Garante del MoVimento 5 Stelle  - si legge nell'email inviata ai candidati sindaco - si riserva il diritto di escludere dalla candidatura, in ogni momento e fino alla presentazione della lista presso gli uffici del Comune di Palermo, soggetti che non siano ritenuti in grado di rappresentare i valori del MoVimento 5 Stelle". 

Scettico però l'"ex" Antonio Venturino: "Non credo ci sarà un grande successo, visto il coinvolgimento dei grillini nello scandalo delle firme false, anzi, credo non presenteranno alcuna lista per rifarsi una sorta di verginità politica, siamo già a dicembre e francamente mi sembra tardi per le loro comunarie. In fondo, non candidare nessuno potrebbe anche essere una strategia per ribadire la propria diversità e purezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento