Politica

Tutto pronto per l'annuncio dei nuovi assessori, anzi no: Orlando rinvia la decisione

A un'ora e mezza dalla videoconferenza il sindaco ha deciso di prendere ancora qualche giorno senza fare alcuna dichiarazione. La delega ai Cimiteri potrebbe andare a un consigliere in quota Avanti insieme mentre per il successore di Piampiano si parla di una figura che arriva dal mondo delle imprese

Orlando in videoconferenza (foto archivio)

L’appuntamento con i giornalisti per fare i nomi dei due nuovi assessori della giunta comunale era stato fissato per le 15.30, poi il dietrofront comunicato un’ora e mezza prima della videoconferenza. Il sindaco Leoluca Orlando ha rinviato l’incontro annunciato per comunicare i successori di Leopoldo Piampiano e Toni Costumati e dunque per scoprire chi assumerà le deleghe alle Attività produttive e ai Cimiteri si dovrà attendere ancora qualche giorno.

La crisi politica al Comune è stata innescata dallo scontro tra Orlando e l'ala renziana del Consiglio dopo la bocciatura del piano triennale delle Opere pubbliche che ha portato alle dimissioni dei due assessori in quota Italia Viva. Uno scontro che ha mandato in frantumi la maggioranza, rimasta - con l'addio dei due gruppi di Iv a Sala delle Lapidi - con 12 consiglieri su 40.

Per andare avanti e non paralizzare l'attività amministrativa servono ora due figure che possano soddisfare un po’ tutti e - compito non facile - garantire una stabilità all’interno del governo cittadino sino alla fine del mandato. Il Partito democratico, come già chiarito dai consiglieri Rosario Arcoleo e Milena Gentile, non è interessato ad entrare in Giunta e preferirebbe due traghettatori fino a fine mandato.

Al posto di Costumati infatti potrebbe arrivare uno dei consiglieri in quota Avanti insieme, che non sarebbe costretto a lasciare il posto in consiglio evitando eventuali surroghe: le opzioni sembrano essere quelle di Valentina Chinnici e Toni Sala, entrambi fedelissimi del professore. Resta ancora misterioso l’identikit del successore di Piampiano, ma secondo alcuni rumors potrebbe trattarsi di una figura che viene dal mondo delle imprese, una sorta di tecnico.

Le "caselle" della Giunta da riempire sono di un certo peso: dai cimiteri, con l'eterna emergenza sepolture ai Rotoli (oltre 800 le bare bloccate in deposito), alle Attività produttive che dovranno occuparsi della ripartenza di bar e ristoranti con i tavoli all'aperto ma dovranno fare anche i conti con la carenza di personale al Suap, l'ufficio deputato a gestire le pratiche per l'occupazione del suolo pubblico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per l'annuncio dei nuovi assessori, anzi no: Orlando rinvia la decisione

PalermoToday è in caricamento