Cusimano (settima circoscrizione) non approva i programmi del Comune: "Indebitamento e riduzione fondi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Arriva un segnale forte dalla settima circoscrizione rivolto all’amministrazione centrale e al sindaco Leoluca Orlando: stamani all’unanimità dei presenti in seduta di prosecuzione si è discusso il documento unico di programmazione 2020/2022 e il capogruppo di Italia Viva, consigliere Ferdinando Cusimano dichiara che "questo documento spinge l’amministrazione verso un ulteriore indebitamento in quanto è previsto un mutuo quindicennale di 20 milioni di euro circa l’anno emesso da cassa depositi e prestiti, inoltre verrà  rimodulata la tariffa Tari per i maggiori costi sostenuti dalla Rap per il conferimento dei rifiuti fuori da bellolampo, e prevista un ulteriore riduzione dei fondi verso le società municipalizzate che si concretizza in un ulteriore aggravio sulla qualità della vita nella città. Non verrà erogato un euro per concretizzare il decentramento quindi le circoscrizioni rimarranno ancora al palo, a queste condizioni a Palermo non ci sono prospettive di crescita e di sviluppo". Per questi motivi la settima circoscrizione si è detta contraria al documento di programmazione 2020/2022.

Torna su
PalermoToday è in caricamento