Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Raccolta differenziata, la proposta della Cgil: "Sanzioni per amministratori inadempienti"

Il sindacato si rivolge al presidente della Regione e alla IV commissione dell’Ars chiedendo misure concrete "in difesa dell’ambiente e della salute pubblica e che siano di sostegno alla promozione del turismo"

Rifiuti in via Boccone - foto archivio

"E’ giunto il momento di fare di più, con la convergenza di tutti i soggetti coinvolti per una gestione dei rifiuti di qualità che assicuri il rispetto dell’ambiente e della salute pubblica e sia di sostegno alla promozione del turismo". E' quanto si legge in una lettera aperta inviata dalla Fp Cgil al presidente della Regione e alla IV commissione dell’Ars per "sollecitare misure per promuovere la raccolta differenziata dei rifiuti, che in Sicilia non decolla".

Il sindacato chiede “forme di controllo sui livelli di efficacia dell’attività di raccolta espletata, anche attraverso percorsi di moral suasion per indurre comportamenti adeguati dei soggetti istituzionali e privatil”. Per promuovere questi ultimi la Fp sollecita  “una campagna di sensibilizzazione rivolta innanzitutto alle amministrazioni comunali e poi, attraverso queste, a tutta la popolazione, con previsione di sanzioni – scrivono Gaetano Agliozzo, segretario generale della Fp e Alfonso Buscemi, componente della segreteria - direttamente a carico degli amministratori comunali inadempienti”. Questa campagna, secondo il sindacato, potrebbe giovarsi anche dell’apporto di influencer e opionion leader. “La gestione dei rifiuti - riilevano Agliozzo e Buscemi -  rappresenta una delle più grandi emergenze della regione. Si è dovuto fare ricorso a provvedimenti d’emergenza e molte amministrazione comunali per evitare le sanzioni hanno avviato la raccolta differenziata in modo estemporaneo, senza promuovere informazione ed educazione civica al riguardo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, la proposta della Cgil: "Sanzioni per amministratori inadempienti"

PalermoToday è in caricamento