Domenica, 25 Luglio 2021
Politica Montegrappa-Santa Maria di Gesù / Via Giuseppe Li Bassi

Montegrappa, il "martedì della vergogna": dopo il mercatino la solita discarica di rifiuti

Scarti di frutta e verdura sparsi per terra, cassette e imballaggi di plastica ovunque e sacchetti pieni di escrementi. Lo denuncia l'associazione Comitati Civici, che chiede più controlli e il rispetto delle regole. Il presidente Moncada: "Intollerabile il comportamento dei mercatari"

Rifiuti in strada in via Li Bassi

Dopo il mercatino, la solita discarica. Accade ogni martedì, puntualmente, in via Giuseppe Li Bassi. Nel rione Montegrappa si verifica un copione comune a quello dei tanti mercatini itineranti che si tengono settimanalmente nei quartieri cittadini: scarti di frutta e verdura sparsi per terra, cassette ed imballaggi di plastica un po' ovunque e chi più ne ha più ne metta. Inclusa la presenza di sacchetti pieni di escrementi abbandonati ad ogni angolo, a causa dell'assenza di bagni chimici. 

"Uno scenario di degrado veramente intollerabile" afferma l'associazione Comitati Civici, che torna a denunciare il mancato rispetto del regolamento comunela eper il commercio su aree pubbliche. "In particolare - prosegue il presidente Giovanni Moncada - il mercatino di via Li Bassi si svolge in un'area densamente popolata ed a ridosso di un plesso scolastico, il "Domenico Scinà", frequentato da alunni della scuola media inferiore. Ciò rende ancora più intollerabile il comportamento degli esercenti che non solo non si attengono a nessuna delle regole dettate dalla normativa vigente, ma mettono in pericolo anche la salute dei ragazzini". 

Regole "calpestate", controlli quanto meno deficitari e una montagna di rifiuti che potrebbero essere riciclati e invece vanno a finire in discarica (nell'indifferenziato). Una situazione che aumenta anche il carico di lavoro degli operatori ecologici della Rap, costretti a "intervenire con spreco di tempo e risorse in un contesto di continua emergenza per la nostra città, per rimuovere anche con le ruspe l'enorme montagna di rifiuti prodotta dai venditori per il solo fatto che non si attengono alle regole". Così Moncada, che lancia infine un appello a Comune e polizia municipale: "Chiediamo che vengano eseguiti i controlli previsti dalla legge, con l'applicazione delle relative sanzioni in caso di violazione, al fine di impedire tale immondo degrado in una pubblica area cittadina". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montegrappa, il "martedì della vergogna": dopo il mercatino la solita discarica di rifiuti

PalermoToday è in caricamento