L'affare rifiuti e il caso Bellolampo, la Lega: "Inchieste dimostrano che serve riforma"

I vertici siciliani del Carroccio sollecitano l'Ars a esaminare il disegno di legge che è in commissione: "Serve uno scatto di reni per riportare in aula il ddl ma intanto è importante che parallelamente si vada avanti speditamente anche sul cosiddetto piano rifiuti"

"Il susseguirsi di scandali e inchieste della magistratura sul sistema dei rifiuti siciliani impone un intervento legislativo. Servono regole, ma anche approcci diversi sul tema dello smaltimento dei rifiuti". E' quanto sollecitano, in una nota congiunta, il segretario regionale della Lega Stefano Candiani, i vicesegratari Fabio Cantarella e Francesco Di Giorgio e il capogruppo all’Ars del Carroccio Antonio Catalfamo.

I vertici siciliani della Lega nella loro nota chiedono che l’Ars esamini urgentemente il disegno di legge sui rifiuti che dopo la clamorosa bocciatura a Sala d’Ercole era tornato in commissione: “Il governo regionale ha presentato in commissione ambiente una versione più snella del dd rifiuti - spiega il capogruppo leghista Catalfamo - concordiamo con l’assessore Pierobon sul fatto che adesso serva uno scatto di reni per riportare in aula il ddl ma intanto è importante che parallelamente si vada avanti speditamente anche sul cosiddetto piano rifiuti”.

"E' fondamentale insistere sulla differenziata - afferma Francesco Di Giorgio, sindaco leghista di Chiusa Sclafani (Pa) - ma comuni e cittadini devono essere incentivati a farla soprattutto con la riduzione delle tasse. Purtroppo in Sicilia avviene il contrario, più differenzi, più paghi”. Dal canto suo Fabio Cantarella, assessore all’ambiente al Comune di Catania che ha incassato gli encomi pubblici dell’assessorato regionale ai rifiuti per le iniziative adottate sotto l’Etna rilancia il percorso dei termovalorizzatori: “Possono essere una buona alternativa alle discariche che non producono ricchezza e sono fonte inesauribile di illegalità ma è necessario superare i pregiudizi ideologici e contra legem del governo nazionale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Formalizzeremo le nostre proposte all’assessore Pierobon con un documento articolato che indichi criticità e indichi soluzioni - chiosa il leader siciliano del Carroccio Stefano Candiani - Vogliamo contribuire a uscire dall’impasse e a strappare il settore rifiuti agli interessi illeciti”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • A piedi da Ballarò a Londra per abbracciare la nonna, l'impresa del piccolo Romeo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento