Flop della task force anti sporcaccioni, Orlando furioso: Galatioto rischia di saltare

Il vicecomandante, in procinto di sostituire Marchese alla guida dei vigili, potrebbe giocarsi il posto. E' lui il responsabile del nucleo di contrasto all'abbandono illecito dei rifiuti, che finora ha ottenuto un magro bilancio: solo 45 multe. Rinviata la Giunta sul valzer dei dirigenti

Cumuli di rifiuti abbandonati in via Benedetto Gravina, alle "porte" del Borgo Vecchio

E' partita con il piede sbagliato ed è proseguita pure peggio. La task force di vigili urbani in borghese, voluta dal sindaco per contrastare l'abbandono illecito di rifiuti, fa acqua da tutte le parti: 45 multe in totale, ieri solo 14.

Un flop che ha fatto andare su tutte le furie il sindaco Leoluca Orlando: il primo cittadino stamattina ha inviato una mail di fuoco al comandante Gabriele Marchese e al suo vice Luigi Galatioto. Quest'ultimo, in procinto di sostituire Marchese alla guida della polizia municipale, potrebbe adesso giocarsi il posto. Non a caso il sindaco Orlando ha rinviato al pomeriggio la Giunta politica convocata stamattina per definire il valzer dei dirigenti. A questo punto però non è detto che si trovi la quadra: saltando la casella assegnata a Galatioto, infatti, tutto potrebbe essere messo in discussione e le nomine sarebbero rimandate alla prossima settimana. 

Che la task force anti sporcaccioni fosse partita male, PalermoToday lo aveva documentato sin dall'inizio. Una falsa partenza, dovuta al malcontento per le modalità operative del servizio e alle tensioni interne in via Dogali, che di fatto ha reso i controlli tutt'altro che efficaci.

Il bilancio sin qui ottenuto dai vigili urbani parla abbastanza chiaro. Multe ridotte al lumicino e personale poco motivato - soprattutto i "parzialmente inabilii" rimessi in strada - a stanare gli incivili. Basta fare un giro al Borgo Vecchio, uno dei quartieri più assediati dai rifiuti, per accorgersi che nulla è cambiato. Per  non parlare delle periferie: dopo la pulizia straordinaria effettuata da Rap e Rese siamo punto e a capo, con l'immondizia tornata per strada. D'altronde i turni di tre ore previsti per i 176 vigili che sono andati a rinforzare il nucleo preposto contrastare l'abbandono illecito di rifiuti (originariamente formato da 30 unità) non bastano per un controllo capillare del territorio. Ed a una certa ora - cioè già in serata, quando i vigili non sono più in servizio - gli incivili tornano ad insozzare le strade gettando rifiuti di ogni sorta. 

Una situzione che il sindaco non intende più tollerare, perché rappresenta uno smacco per l'intera amministrazione comunale e per lui stesso che ha emanato l'ordinanza a tutela del decoro urbano. Il primo a pagare, adesso, potrebbe essere proprio Galatioto, responsabile del nucleo che si occupa dei controlli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento