Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Rifiuti, Caracausi (Idv): "Palermo allo stremo, servono isole ecologiche e controlli"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La Terza commissione del consiglio comunale di Palermo, presieduta da Paolo Caracausi (Idv) e composta dai consiglieri Elio Ficarra, Concetta Amella, Massimiliano Giaconia e Caterina Meli, ha incontrato il vice sindaco Sergio Marino, la Rap e la Polizia Municipale per fare il punto sulla situazione dei rifiuti in città e, in particolare, sulll'abbandono degli ingombranti e sulla differenziata. “Siamo ormai allo stremo e, anche se non si può parlare di emergenza rifiuti, a Palermo la situazione sembra sfuggita di mano e i cittadini sono giustamente inferociti – dice Caracausi – L’Amministrazione presenterà un esposto in Procura perché il numero di ingombranti è talmente elevato, rispetto al passato, da far venire il sospetto che dietro possa esserci la criminalità organizzata. Un sospetto confermato dai numeri: la Rap ha raccolto più del doppio di ingombranti, si è passati dai 20.000 ai 46.000 pezzi, mentre ovunque nascono nuove discariche con costi per il Comune che superano il milione di euro”. “La commissione chiederà al Prefetto di aiutare la Polizia Municipale nel controllo del territorio – continua il presidente – ma chiediamo anche al Comune l’attivazione delle isole ecologiche: il vice sindaco ha assicurato una direttiva che snellirà le pratiche burocratiche, arrivando in tempi brevi all’attivazione dell’isola ecologica di viale dei Picciotti”. Lunedì si insedierà il neo presidente della Rap Giuseppe Norata e il vice sindaco ha annunciato che si sta già lavorando a un piano straordinario di pulizia dell’intera città. “Infine, per quanto riguarda l’eternit – conclude Caracausi – servono risorse aggiuntive che stanzieremo nel prossimo bilancio. I componenti della commissione si augurano che la Rap, grazie ai nuovi vertici, faccia un salto di qualità ricostituendo così un proficuo rapporto tra azienda, dipendenti e cittadini che pagano la Tari e, in cambio, chiedono servizi adeguati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Caracausi (Idv): "Palermo allo stremo, servono isole ecologiche e controlli"

PalermoToday è in caricamento