Politica

Il Ddl rimane bloccato all'Ars Coppie di fatto, slitta discussione

E' stato spostato a data da destinarsi il dibattito che porterà al riconoscimento delle unioni civili in Sicilia. Olivieri: "Credo che sia necessario tutelare la famiglia di tipo tradizionale"

Palazzo dei normanni, sede dell'Ars

Si preannuncia duro e complicato l’iter legislativo che porterà al riconoscimento delle coppie di fatto in Sicilia. Ieri l’argomento doveva essere discusso all’Ars, tuttavia il ddl è stato stralciato dall'ordine del giorno della seduta e il dibattito rimandato a data da destinarsi.

“Devo ringraziare i deputati regionali del Mpa, a cominciare dagli onorevoli Leanza, Parlavecchio, Colianni e Bartolotta, per l'attenzione e la sensibilità dimostrata – ha dichiarato Sandro Oliveri (Mpa) - Dopo aver ricevuto una delegazione dei rappresentanti delle associazioni a favore della famiglia, gli esponenti autonomisti hanno accolto le loro richieste e rinviato la discussione del ddl ad un altro momento”.

Poi l’onorevole continua: “Si tratta di una materia che deve essere regolamentata con la massima attenzione, soprattutto tenendo conto dei diritti dei soggetti più deboli. Credo che sia necessario tutelare la famiglia di tipo tradizionale e, nello stesso tempo, tenere conto delle mutate condizioni della nostra società, a patto che si eviti qualunque stravolgimento dell'istituto familiare nella sua composizione tradizionale”. Il ddl era stato promosso dai parlamentari Pino Apprendi (Pd) e Alessandro Aricò (Fli).

Giovane Italia, da mesi impegnata nel contrasto di questo ddl, ha anche aderito ieri alla manifestazione contro il ddl con un'azione goliardica. Infatti i giovani del Pdl hanno insceneto, proprio davanti il Parlamento regionale, la celebrazione simbolica di matrimoni omosessuali (guarda il video). "La provocatoria iniziativa di domani - dichiara Mauro La Mantia, presidente regionale di Giovane Italia - serve a sensibilizzare la cittadinanza su un disegno di legge discriminatorio nei confronti della famiglia naturale, riconosciuta e tutelata dalla Costituzione. In caso di approvazione anche le coppie omosessuali potranno accedere in futuro all'assegnazione delle case popolari ed a benefici economici che saranno sottratti alle famiglie. In questo momento di crisi economica - conclude - riteniamo folle discriminare la famiglia, la prima cellula sociale con funzioni economiche, educative ed assistenziali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Ddl rimane bloccato all'Ars Coppie di fatto, slitta discussione

PalermoToday è in caricamento