Politica

Comune, uffici Suap a corto di personale? Polemica Lega-Giambrone

La commissione Attività produttive ha lanciato l'allarme, col Carroccio che ha espresso dubbi sulla tenuta dell'ufficio quando si moltiplicheranno le richieste per il suolo pubblico. Il vicensindaco replica: "Non conoscono i fatti", a stretto giro arriva la controrisposta: "Risolva il problema o si faccia da parte"

Nuovo scontro, con botta e risposta a suon di note stampa, tra Lega e Amministrazione comunale. Al centro della polemica c'è il funzionamento del Suap, lo Sportello unico per le attività produttive.  

Nel corso di un'audizione in commissione Attività produttive del dirigente comunale dell'area Sviluppo economico Luigi Galatioto, è emerso che nell'ufficio un solo impiegato si occupa delle pratiche riguardanti il suolo pubblico. Un dato che ha fatto insorgere gli esponenti del Carroccio. "Già in regime ordinario gli uffici - ha sottolineato Alessandro Anello, consigliere leghista e vicepresidente della commissione Attività produttive - non riuscivano a evadere il flusso di lavoro in tempi ragionevoli, come riferiscono tanti cittadini che lamentano ritardi e pratiche immobili sulle scrivanie, figuriamoci cosa potrà accadere a partire da maggio quando potrebbero arrivare centinaia e centinaia di richieste da parte di ristoratori e altri esercenti per posizionare tavoli e sedie nelle zone blu e bianche davanti ai locali in vista delle riaperture".

giambrone-2-5A replicare ad Anello è stato Fabio Giambrone, vicesindaco e assessore con delega al Personale, che ha smentito il depotenziamento dell'ufficio. Da Giambrone difesa e contrattacco: "Spiace - ha detto - che i consiglieri comunali della Lega non conoscano o facciano finta di non conoscere la realtà dei fatti. Come è normale che sia dopo le dimissioni dei due assessori avvenuta nei giorni scorsi è stato infatti disposto il rientro presso gli uffici di provenienza di tutto il personale delle rispettive segreterie, che ovviamente in quanto tale non svolgeva funzioni gestionali ed era di diretta nomina fiduciaria degli assessori non più in carica".

Alessandro Anello 1 MB-2Ma dal Carroccio non ci stanno e la risposta non tarda ad arrivare. Anello ha ribadito che "Il depotenziamento del personale al Suap è un allarme lanciato dal massimo vertice dell'ufficio di via La Malfa, il dirigente dell'area Sviluppo economico Luigi Galatioto, che in audizione pubblica in commissione attività produttive ha lamentato un solo impiegato rimasto a gestire le pratiche di suolo pubblico con le altre scrivanie svuotate all'indomani delle dimissioni dell'assessore Piampiano. Spiace constatare - ha rintuzzato - che l'assessore al Personale e vicesindaco, Fabio Giambrone, non trovi di meglio da fare che attaccare la Lega e, pur non citandolo direttamente, il vice presidente della commissione che ha raccolto e rilanciato le parole del capo area".

"Giambrone evidentemente - ha continuato Anello - seguendo gli insegnamenti del sindaco Orlando attacca la Lega per spostare l'attenzione dell'opinione pubblica dal vero nodo della questione, che è la cattiva gestione del personale comunale al Suap, e anzichè fare tesoro della denuncia accusa i rappresentanti del partito guidato da Matteo Salvini in consiglio comunale. L'assessore al Personale, piuttosto, risolva subito il problema. E se non è in grado di farlo, si faccia da parte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, uffici Suap a corto di personale? Polemica Lega-Giambrone

PalermoToday è in caricamento