Lunedì, 25 Ottobre 2021
Politica Cinisi

Cinisi, il sindaco Palazzolo ritira le dimissioni: "Ho sentito la vicinanza delle istituzioni"

L'annuncio del primo cittadino arriva nel corso del consiglio comunale che si è svolto ieri sera. Circa una settimana fa aveva comunicato la volontà di rinunciare all'incarico

Il sindaco di Cinisi Giangiacomo Palazzolo fa dietrofront sulle dimissioni. L'annuncio del primo cittadino nel corso del consiglio comunale che si è svolto ieri sera in Municipio. "Nei giorni precedenti la presentazione delle mie dimissioni da sindaco, seppur non scontato, immediato - ha spiegato il primo cittadino - è stato l'ascolto delle istituzioni. Il prefetto, il comandante provinciale dell'Arma, il capitano di compagnia, hanno avuto la capacità di fare sentire al sindaco la loro vicinanza, preoccupazione e comprensione istituzionale, tanto quanto basta, e a dire il vero anche di più". Da qui la decisione di chiedere oggi la revoca delle dimissioni. Secondo Palazzolo, insomma, adesso ci sarebbero le condizioni per "proseguire la sindacatura garantendo la dignità ed il prestigio di chi si occupa della cosa pubblica”. 

Il consiglio comunale di ieri sera è stata l'occasione per Palazzolo anche per rivolgere un saluto istituzionale al nuovo comandante della Stazione dei carabinieri di Cinisi, che si è insediato nella giornata di venerdì 3 ottobre. "Con la convinzione che insieme, ognuno per le proprie funzioni pubbliche, in sinergia istituzionale potremo proseguire in modo efficace e chiaro il percorso di legalità - ha proseguito Palazzolo - già avviato. Da ultimo mi rivolgo ai miei amati cittadini, sappiate che non è stata la stanchezza a portarmi ad agire, ma - ha concluso il sindaco - la determinazione nel volere essere un sindaco punto di riferimento e forza positiva per l'intera comunità. Avanti".

Palazzolo, in carica da sette anni, aveva annunciato la volontà di rinunciare all'incarico, pubblicando un post su Facebook poco più di una settimana fa e aveva motivato la scelta dichiarando di sentirsi abbandonato e delegittimato dalle istituzioni. "Non ho difficoltà nel rivendicare con orgoglio il coraggio di avere affrontato a viso aperto una vicenda complessa dagli esiti istituzionali imprevedibili e - ha argomentato in aula il sindaco - della cui risoluzione beneficerà l'intera comunità. Negli anni, l'attività politica, quella amministrativa, talvolta, sono state caratterizzate da peculiari comportamenti finalizzati ad ottenere da parte delle altre istituzioni un riconoscimento di onestà che, invece, ognuno di noi dovrebbe fare scaturire dalla convinzione di legalità degli atti amministrativi e politici posti in essere. Così agendo, invece, si è creata confusione che, tra gli altri effetti, ha creato inevitabili, ma certamente non accettabili, sovrapposizioni di funzioni e di ruoli". Da qui l'appello del sindaco alla collaborazione che, a quanto pare, non sarebbe rimasto inascoltato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinisi, il sindaco Palazzolo ritira le dimissioni: "Ho sentito la vicinanza delle istituzioni"

PalermoToday è in caricamento