Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Restrizioni per Ferragosto, il sindaco di Cinisi: "Musumeci scarica responsabilità sui primi cittadini"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“In Sicilia ogni Comune si appresta a vivere il Ferragosto con proprie regole anti Covid. E’ evidente che si scatenerà la caccia ai Comuni più permissivi, sarà un caos totale". Lo afferma il sindaco di Cinisi ed esponente di Azione Giangiacomo Palazzolo commentando l’ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci, che lascia ai sindaci dell’Isola la disposizione delle restrizioni per il Ferragosto.

"Il presidente Musumeci - continua Palazzolo - avrebbe dovuto dettare delle regole chiare per tutto il territorio regionale invece si è dato spazio ad autonome e sicuramente contrastanti decisioni dei sindaci. E’ chiaro che la diversità di provvedimenti da comune a comune determineranno l’inefficacia delle misure di contenimento e determineranno situazioni pericolose  per gli spostamenti dei giovani verso luoghi privi di restrizioni". 

"Si è persa un’occasione per fare bene e agire uniti, purtroppo a causa del disimpegno strategico di Musumeci i comuni andranno in ordine sparso e determinando l’inefficacia delle misure di contrasto al Covid", conclude Palazzolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restrizioni per Ferragosto, il sindaco di Cinisi: "Musumeci scarica responsabilità sui primi cittadini"

PalermoToday è in caricamento