"Avviso 22", la Regione: "Ritardi nei pagamenti per carenza di documenti"

Il dipartimento del Lavoro risponde ai tirocinanti: "In parecchi casi per la stessa domanda di rimborso sono state necessarie due o tre integrazioni documentali". L'assessore Scavone: "Procedure farraginose del passato finiscono per essere pagate da tanti ragazzi"

L'assessore regionale Antonio Scavone

Oltre il 75 per cento delle domande di rimborso relative ai tirocini dell'avviso 22 presentate fino a marzo scorso non consentivano al dipartimento Lavoro di potere liquidare i pagamenti perché necessitavano di integrazione documentale. Questo quanti si legge in una nota diramata dalla Regione. "In parecchi casi - spiegano dal dipartimento Lavoro alla richiesta dei tirocinanti sui motivi del ritardo nei pagamenti - per la medesima domanda di rimborso sono state necessarie due o tre integrazioni documentali e, visto che si tratta di 6 mila tirocinanti, l'iter burocratico è stato ingolfato dalle migliaia di mail di richiesta integrazione e risposte".

Ancora oggi il 60 per cento delle domande di rimborso risulta nella fase di integrazione documentale, mentre il 40 per cento in regola è già stato liquidato. In tanti si sono rivolti anche alla redazione di PalermoToday protestando per i ritardi. “Le ragioni dei ritardi sono dunque - continuano dal dipartimento Lavoro- da ricercare soprattutto nella incompletezza delle domande di rimborso presentate dai soggetti promotori dei tirocini che, giova ricordare, percepiranno una remunerazione a risultato tra i 200 e i 500 euro a tirocinio”.

Gia martedì scorso l'assessore al Lavoro Antonio Scavone, con una nota inviata al dirigente generale del dipartimento, Giovanni Bologna, ha chiesto che siano adottate con urgenza tutte le azioni necessarie per accelerare i pagamenti nei confronti dei tirocinanti. “ E' insopportabile – ha affermato Scavone - che procedure farraginose del passato che ci stiamo impegnando a modificare finiscano per essere pagate dai tanti ragazzi da troppo tempo in attesa di quanto dovuto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento