Verso la riforma della polizia municipale, nuovi fondi e corsi di aggiornamento obbligatori

Dopo 28 anni il governo regionale ha approvato una nuova legge quadro, che dovrà passare al vaglio dell'Ars. Il presidente della Regione Nello Musumeci: "Un’altra importante iniziativa concreta, che valorizza il ruolo e l’immagine dell’intero Corpo"

Dopo 28 anni il governo regionale approva la riforma della polizia locale (la polizia municipale ndr). Si tratta di una nuova legge quadro, fortemente voluta dal presidente Nello Musumeci e dall’assessore alle Autonomie locali Bernardette Grasso. La norma punta ad "armonizzare la legislazione regionale con quella statale in materia di ordine pubblico e sicurezza" e adesso passa al vaglio dell'Ars.

"Dopo aver colmato la lacuna relativa alla formazione del personale - evidenzia il governatore -  mettiamo in campo un’altra importante iniziativa concreta, con un armonico disegno di legge di riforma del settore che valorizzi il ruolo e l’immagine dell’intero corpo della polizia locale".

La normativa, adottata secondo quanto previsto dall’articolo 31 dello Statuto siciliano e nel rispetto dell’articolo 117 della Costituzione, tende a rafforzare anche il ruolo di coordinamento e di indirizzo della Regione. Fra le novità di maggior rilievo introdotte, il riavvio di un programma strutturato di formazione, qualificazione e aggiornamento professionale degli agenti, con percorsi obbligatori; l’introduzione di un sistema permanente di reclutamento attraverso un corso-concorso unico a livello regionale; la definizione di modelli operativi e organizzativi uniformi finalizzati all’esercizio omogeneo delle funzioni su tutto il territorio regionale; la promozione e il rafforzamento del sistema di gestione associata tra Comuni dei servizi di polizia locale, anche in ambito ambientale, edilizio e urbanistico, allo scopo di contrastare ogni tipo di illecito o abuso a danno del territorio regionale; la promozione di progetti e programmi integrati per la sicurezza urbana. Viene, inoltre, riattivato il Fondo per il miglioramento dei servizi, che il Governo regionale si impegna ad alimentare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È un provvedimento innovativo e particolarmente atteso - commenta l’assessore Grasso - nato dall’intensa e proficua collaborazione che il governo ha avviato con le rappresentanze sindacali, i vertici dei Corpi di polizia e gli enti locali. Una legge moderna che attribuisce il giusto rilievo al prezioso lavoro che i tanti agenti svolgono quotidianamente al servizio dei territori e delle nostre comunità".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Coronavirus, a Musumeci non piace il nuovo Dpcm: "Contrari alle limitazioni nei matrimoni"

  • Tragedia a San Lorenzo, ragazza di 30 anni trovata morta in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento